Gent-Wevelgem 2017: vittoria di Van Avermaet davanti a Keukeleire e Sagan | Video

Terza vittoria nelle corse di casa per il campione olimpico.

Terza vittoria in un mese per Greg Van Avermaet sulle strade di casa: dopo il successo nella Omloop Het Nieuwsblad e quello di due giorni fa nella E3 Harelbeke, il campione olimpico oggi ha fatto sua anche la Gent-Wevelgem. Il belga ha allungato nel finale prima con un gruppetto in cui c’era anche il campione del mondo Peter Sagan, poi da solo con il connazionale Jens Keukeleire dell’Orica-Scott che ha battuto nettamente nel testa a testa finale. Sagan, invece, ha pagato per un bisticcio con Niki Terpstra e a causa di questa distrazione ha perso la ruota di Van Avermaet senza riuscire a trovarla più e chiudendo al terzo posto.

Nei primissimi chilometri è partita una fuga animata da Hugo Houle (AG2R-La Mondiale), Ryan Mullen (Cannondale-Drapac), Marc McNally (Wanty-Groupe Gobert), Loic Chetout (Cofidis), Christophe Masson (WB-Veranclassic Aqua Protect), Elmar Reinders (Roompot Oranje Peloton), Jay Thomson (Dimension Data), Preben Van Hecke (Sport Vlaanderen-Baloise) e Dennis Van Winden (Israel Cycling Academy). Questi battistrada hanno avuto un vantaggio massimo di oltre sette minuti, ma il gap è andato inevitabilmente a scemare quando il gruppo ha deciso di accelerare e, trascinato soprattutto dalla BMC di uno scatenato Daniel Oss, ha poi posto fine alla fuga a poco meno di 50 km dal termine.

Il gruppo, nell’accelerare per riprendere la fuga, si è diviso in diversi gruppetti e alcuni big sono rimasti indietro, tra di loro anche Alexander Kristoff della Katusha-Alpecin che ha poi fatto una gran fatica per recuperare terreno da solo e nel frattempo la sua squadra ha perso un’altro pezzo da novanta come Tony Martin a causa di una delle numerosissime cadute che hanno caratterizzato la corsa.

Negli ultimi 40 km gli attacchi sono stati moltissimi e in testa si è formato un “gruppo dei migliori” composto da: Greg Van Avermaet (BMC), Peter Sagan (Bora-Hansgrohe), John Degenkolb (Trek-Segafredo), Zdenek Stybar, Niki Terpstra, Matteo Trentin (Quick-Step Floors), Edvald Boasson Hagen, Scott Thwaites (Dimension Data), Jens Keukeleire (Orica-Scott), Sonny Colbrelli (Bahrain-Merida), Michael Matthews, Soren Kragh Andersen (Team Sunweb), Oliver Naesen (AG2R La Mondiale) e Alberto Bettiol (Cannondale-Drapac).

Van Avermaet ha provato più volte ad attaccare e ai -20 km ha fatto selezione portandosi via Sagan, Keukeleire, Terpstra e Andersen. Questi ultimi due non hanno collaborato ai cambi e Sagan si è arrabbiato con loro cercando di costringerli a dare il cambio, ma così ha creato un buco che ha permesso a Van Avermaet e Keukeleire di avvantaggiarsi, tanto da guadagnare una dozzina di secondi a 7 km dal termine, mentre il resto del gruppo era indietro di quasi un minuto.

Van Avermaet e Keukeleire hanno collaborato dandosi cambi regolari fino all’ultimo chilometro, quando il corridore dell’Orica-Scott ha tentennato un po’. I due hanno rallentato e hanno cominciato a guardarsi indietro, quando Van Avermaet si è accorto che Sagan, Terpstra e Andersen stavano arrivando e pochi metri indietro c’era anche il resto del gruppo ha lanciato la volata e, nonostante il tentativo di rimonta di Keukeleire ai -100 m, il campione olimpico ha resistito alla grande e ha trionfato.

Van Avermaet vince la Gent-Wevelgem 2017

Questi i primi dieci al traguardo con Sacha Modolo dell’UAE Team Emirates, decimo, migliore italiano:
1) Greg Van Avermaet (BMC)
2) Jens Keukeleire (Orica-Scott)
3) Peter Sagan (Bora-Hansgrohe)
4) Niki Terpstra (Quick-Step Floors)
5) Joh Degenkolb (Trek-Segafredo)
6) Tom Boonen (Quick-Step Floors)
7) Jens Debusschere (Lotto-Soudal)
8) Michael Matthews (Team Sunweb)
9) Fernando Gaviria (Quick-Step Floors)
10) Sacha Modolo (UAE Team Emirates)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail