Floro Flores: "Di Natale scansava il Napoli? Offensivo per chi lo pagava"

"Era come fare gol a mio fratello" aveva detto l'ex numero 10 dell'Udinese

Antonio Floro Flores, 33enne attaccante del Bari, commenta le dichiarazioni che qualche giorno fa Antonio Di Natale ha rilasciato a Radio CRC. L’ex centravanti dell’Udinese, di origini napoletane, ha confermato di aver sostanzialmente “scansato” le sfide contro la squadra della sua città: "Era come fare gol a mio fratello, per questo era meglio evitare", ha raccontato. L’ex numero 10, dunque, è rimasto quasi sempre in tribuna o in panchina a Napoli, adducendo come motivazioni ufficiali infortuni “politici”.

L’ammissione non è stata presa affatto bene da molti sostenitori dell’Udinese: se, infatti, c’è chi ha apprezzato che fosse finalmente arrivata un’ammissione rispetto ad una pratica che molti conoscevano, altri l’hanno presa con un piccolo “tradimento”. Per tanti anni, infatti, l’Udinese non ha potuto utilizzare contro il Napoli il proprio giocatore più forte ed anche per Antonio Floro Flores, anche lui napoletano ed ex attaccante dell’Udinese, non è stata una bella cosa.

"Credo che ognuno sia libero di fare le proprie scelte - dichiara il centravanti, oggi al Bari, al Messaggero Veneto - e non voglio che le mie parole possano risultare polemiche, ma non giocare a Napoli, o in un’altra piazza, indossando un’altra maglia perché a quella squadra sei in qualche modo legato, lo ritengo prima di tutto offensivo per i tifosi di cui stai difendendo i colori in quel momento. Non condivido questo comportamento, anche perché io vado a giocare a Napoli da giocatore dell’Udinese, società che, tra l’altro, mi sta pagando. Ma ripeto, ognuno è libero di scegliere...".

floro flores di natale

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail