Nazionale italiana: l’oriundo Emerson è convocabile, presto anche Diawara

Anche il centrocampista del Napoli ha avviato le pratiche

Emerson Palmieri, difensore della Roma nato a San Paolo del Brasile, da questo momento è convocabile dalla nazionale italiana. La palla passa al commissario tecnico Giampiero Ventura, poiché la Fifa ha già inviato comunicazione alla Figc che tutta la documentazione del calciatore sia ok. Palmieri, 23 anni, ha radici italiane da parte della madre, anche se stiamo parlando di parentele risalenti alla seconda metà dell’ottocento.

Tra la documentazione inviata alla Fifa, secondo quanto riferisce ‘Gazzetta.it’, ci sarebbe anche un documento rilasciato dal Comune di Pavia, in cui si conferma la discendenza italiana di Emerson Palmieri, che nel 2015 ha ottenuto il nostro passaporto. Il calciatore italo-brasiliano aveva degli avi in Calabria: è infatti discendente del signor Alfonso Palmieri, nato a Rossano il 12 maggio 1853. Inoltre, per completare la pratica, la Federcalcio brasiliana ha certificato che il giocatore della Roma non ha mai vestito la maglia della nazionale maggiore verdeoro. Nel suo score ci sono solo nove presenze con l’Under 17.

Nazionale italiana: anche Diawara convocabile?

Ventura avrà quindi a disposizione un altro “convocabile” a partire dai prossimi impegni. E non è da escludere che gli oriundi a disposizioni siano allora due: anche Amadou Diawara ha avviato da mesi le procedure burocratiche per ottenere la cittadinanza italiana. Attenzione anche a Federico Fazio, anche se il difensore argentino della Roma ha già 30 anni e difficilmente potrebbe scalzare qualcuno dei centrali già a disposizione del commissario tecnico azzurro.

emerson palmieri oriundo

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail