ATP Miami 2017: strepitoso Fognini! Stende Nishikori e vola in semifinale

L’azzurro affronterà il vincitore della sfida tra Nadal e Sock.

Aggiornamento - Fabio Fognini ha eliminato la testa di serie numero 2 del torneo ATP di Miami 2017 e vola in semifinale dove affronterà il vincitore del quarto di finale tra lo spagnolo Rafael Nadal e l’americano Jack Sock.
L’azzurro si è sbarazzato di Kei Nishikori in solo un’ora e otto minuti di gioco, battendolo nettamente in due set, 6-4, 6-2.

Nel primo set Fognini si era portato rapidamente sul 4-1 grazie al break nel quarto game, dopo aver salvato ai vantaggi una palla-break proprio nel game di apertura. Il contro-break di Nishikori è arrivato nel nono game, ma è stato subito seguito da un altro break che ha permesso all’italiano di chiudere il set sul 6-4, mettendo a segno la seconda di due palle-break ottenute senza andare ai vantaggi.

Nel secondo set Fognini era volato addirittura sul 5-1 grazie ai due break nel secondo e nel sesto game, dopo aver salvato due palle-break nel quinto, poi ha perso il servizio nel settimo, ma ha di nuovo rubato la battuta al giapponese nell’ottavo, sfruttando la seconda di due palle-set per chiudere sul 6-2. Grazie a questo successo Fabio tornerà tra i primi 30 del ranking mondiale e ovviamente sarà di nuovo anche il numero 1 italiano, superando Paolo Lorenzi che invece è uscito subito in questo torneo.

Fognini-Nishikori: precedenti


Il match tra Fabio Fognini e Kei Nishikori in programma alle ore 15 locali (che sono le ore 21 italiane) aprirà la fase dei quarti di finale del torneo ATP di Miami. Seguirà la partita tra lo spagnolo Rafael Nadal e l’americano Jack Sock. Domani, invece, andranno in scena gli altri due quarti della parte alta del tabellone tra il tedesco Alexander Zverev e l’australiano Nick Kyrgios da una parte e tra lo svizzero Roger Federer e il ceco Tomas Berdych dall’altra.

Fognini e Nishikori finora si sono affrontati solo due volte: la prima agli Australian Open del 2001 e la seconda, l’anno scorso, al torneo Masters 1000 di Madrid, sulla terra. In entrambi i casi ha vinto il giapponese, ma sempre soffrendo parecchio: in terra australiana finì 6-1, 6-4, 6(4)-7, 6-4, in Spagna terminò 6-2, 3-6, 7-5.

L’azzurro è attualmente numero 40 del mondo, mentre Nishikori è il numero 4 e in questo torneo è testa di serie numero 2, la più alta praticamente, visto che la testa di serie numero 1, lo svizzero Stan Wawrinka, è uscito ieri agli ottavi, battuto in tre set dal giovane Alexander Zverev.

Fognini, non essendo testa di serie, è partito dal primo turno e ha eliminato l’americano Ryan Harrison 6-4, 7-5, ai trentaduesimi ha battuto il portoghese Joao Sousa 7-6(8), 2-6, 6-3), ai sedicesimi il francese Jérémy Chardy 3-6, 6-4, 6-4 e ieri agli ottavi ha vinto 6-0, 6-4 lo statunitense Donald Young, contro il quale aveva perso entrambi i due precedenti.

Kei Nishikori ha cominciato la sua avventura a Miami dal secondo turno e ha battuto in sequenza il Sudafricano Kevin Anderson 6-4, 6-3, poi lo spagnolo Fernando Verdasco 7-6(2), 6(5)-7, 6-1, e ieri agli ottavi l’argentino Federico Delbonis 6-3, 4-6, 6-3.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail