Atalanta, Gasperini pronto a sfidare il suo passato: "Contro il Genoa sarà emozionante"

Gian Piero Gasperini è pronto a sfidare il suo passato. Domenica farà infatti il suo ritorno al Marassi per sfidare da allenatore il suo Genoa, il suo club per 8 anni considerando la prima e la seconda esperienza, con il quale può vantare 297 panchine tra tutte le competizioni. Ovviamente per lui non sarà una partita come le altre: "Certo che no. È stata una settimana molto particolare, di grande emozione. Genova e il Genoa rappresentano molto per me, ma è chiaro: quando inizierà la partita tutto cambierà. È il nostro mondo. Mi sono buttato sul lavoro, è una partita delicata e difficile, più importante per l’Atalanta che per il Genoa. Giocare a Marassi ha sempre un tasso di difficoltà elevato. Conosco bene i ragazzi che avrò difronte e la mia squadra dovrà stare attenta e concentrata a tutti i movimenti".

Il suo cuore batte sicuramente per il Genoa, ma Gasperini è comunque pronto ad esultare in caso di successo della sua Atalanta: "Il discorso è più complesso. Intanto domenica il Genoa sarà mio avversario, ma non un mio nemico e per quanto il rapporto con i rossublu possa esse speciale, lo sport prevede che chi vince sia contento è giusto: io oggi sono impegnato con l’Atalanta e lavoro affinché la mia squadra vinca. E’ normale che chi vince esulta. Quello che importa è il terzo tempo, il rapporto con le persone oltre i 90 minuti".

Per chi, come lui, conosce bene la realtà genoana è triste assistere al clima di tensione che si respira in questo periodo a Genova: "Vedere la contestazione specie in tifoserie più importanti è sempre un dispiacere, ma da lontano si ha una percezione diversa e credo che il Genoa saprà ripartire. Non rischia, è una situazione maggiormente interna. Negli anni abbiamo fatto tanto, e la crescita tecnica si è interrotta con l'Europa, nonostante l'ottimo piazzamento. Credo sia questa situazione che abbia finito per esasperare gli animi. Il tifoso si aspetta che dopo aver realizzato così tante plusvalenze qualcuno si possa trattenere. E se poi i risultati non arrivano..."

  • shares
  • Mail