Lazio, Inzaghi: "Testa al Sassuolo. Vietato pensare al Derby di Coppa Italia"

Simone Inzaghi è concentratissimo sulla partita di domani contro il Sassuolo e vuole che anche i suoi giocatori abbiano lo stesso atteggiamento. Nessuno in casa biancoceleste dovrà farsi distrarre dalla semifinale di ritorno di Coppa Italia contro la Roma, partita nella quale la Lazio scenderà in campo forte della vittoria per 2-0 dell'andata. Per Inzaghi, giustamente, la priorità adesso è il Sassuolo: "Non voglio sentir parlare di derby, voglio solo pensare al Sassuolo. Sarà una partita complicata ma ho visto la squadra con la faccia giusta".

La concentrazione contro il Sassuolo dovrà essere massima perché Inzaghi vuole difendere l'attuale quarto posto in classifica e magari, perché no, sognare di avvicinarsi al Napoli in questo turno di campionato: "Mancano ancora tante partite, la classifica è corta, può succedere di tutto davanti e dietro a noi. Dobbiamo continuare in questo percorso. Mancano due mesi, abbiamo fatto tanti sacrifici nei primi 8 mesi, ora entriamo nel periodo determinante. Sono fiducioso, ho visto la squadra convinta delle proprie potenzialità"

Sulla formazione che scenderà in campo domani, Inzaghi non ha voluto regalare alcuna anticipazione: "Sappiamo che affrontiamo una partita impegnativa. Avendone giocati tanti di derby, so che è meglio prepararli con un risultato positivo alle spalle. La mia testa è solo al Sassuolo, dovrò scegliere gli uomini che domani mi offriranno le migliori garanzie. Chi scenderà in campo dovrà dare il 120%, tutti i singoli dovranno mettersi al servizio della squadra. Il gruppo ha un'identità precisa, dovremo cercare di vincere, sono convinto che faremo una grande gara. Ho convocato 20 giocatori, sono tutti disponibili. Mohamed giocherà con la Primavera, Tounkara non è stato convocato. Domani avremo un risveglio muscolare e deciderò. Vogliamo tornare a vincere. Sono rientrati tutti, anche Bastos che è stato l'ultimo a tornare dagli impegni con le nazionali. De Vrij può partire dall'inizio così come gli altri 3 centrali. Keita? Ha lavorato molto bene dopo il rientro, oggi invece aveva un po' di dolore all'adduttore. Gli abbiamo fatto saltare la partitella finale".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail