Zidane sul futuro: "Non sono sicuro di restare al Real Madrid"

Zinedine Zidane ha spiazzato un po' tutti durante la conferenza stampa alla vigilia del derby contro l'Atletico in programma domani alle ore 16:15 allo Stadio Santiago Bernabeu. Una vittoria contro i colchoneros potrebbe valere un pezzo di Scudetto per i madridisti, attualmente primi con 2 punti di vantaggio sul Barcellona, rispetto al quale hanno però disputato una partita in meno. Ovviamente in Spagna c'è grande attesa per questa sfida anche perché tra due settimane ci sarà lo scontro diretto contro il Barcellona, subito dopo le sfide di ritorno dei quarti di Champions League.

Da quando Zidane è diventato allenatore della prima squadra del Real, vale a dire dallo scorso mese di gennaio, i risultati che ha ottenuto sono sotto gli occhi di tutti: ha vinto la Champions League, la Supercoppa Europea e il Mondiale per Club. Quest'anno è primo in classifica ed anche in Champions la sua squadra ha fatto il suo dovere. I risultati positivi, però, non sempre sono sufficienti a restare saldi sulla panchina del Real. Zidane, che ben conosce questo ambiente, è pronto anche a salutare tutti a fine stagione: "Non so se non vincere la Liga si possa definire un fallimento. Io penso solo a vincere la partita che ci attende, se poi alla fine non dovessimo vincere ognuno dirà quel che pensa, ma io sono sempre positivo. In ogni caso, vincere oppure no Liga e Champions non significa che io rimanga al Real la prossima stagione, per questo non sto pensando più in là delle settimane che ci rimangono. So bene cosa significhi allenare il Real, sia per il bene che per il male".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail