Higuain: "Contro il Barcellona dovremo sfruttare il fattore Stadium"

Gonzalo Higuain ha rilasciato un'intervista al sito dell'UEFA in vista della grande sfida contro il Barcellona in programma domani sera. Il fuoriclasse argentino ha parlato di tutto: del suo passato madridista, della sua avventura alla Juve ed anche delle sue ambizioni personali. Higuain come la Juventus sogna di vincere proprio la Champions, un trofeo che gli è sempre sfuggito anche negli anni di Madrid.

All'inizio dell'intervista l'ex napoletano ha ricordato gli anni vissuti con il Real, i primi nel calcio europeo: "Sono arrivato che ero molto giovane. Avevo a malapena giocato due stagioni in Argentina e firmare con un club di quel calibro era incredibile. Il River aveva avuto giocatori come Francescoli, Crespo, Aimar e Saviola, veri e propri idoli, ma io sono andato in una squadra grandissima e conosciuta in tutto il mondo, che aveva vinto moltissimi campionati e coppe europee. Ero appoggiato dalla mia famiglia e in particolare da mio padre, che ha viaggiato con me e aveva grande fiducia. Mi ha chiesto se fossi sicuro e mi ha detto che, se avessi accettato, avrei dovuto dare il massimo. Mi sarei allenato e confrontato con giocatori che avevano vinto tanto e dovevo sentirmi al loro livello. Ho sempre detto che competere con i migliori ti fa migliorare. La cosa più importante è credere in te stesso. È stato un periodo folle ed è successo tutto molto in fretta. È stata una decisione importante a quell'età, ma ringrazio il Real Madrid per avermi dato un'opportunità e tanta fiducia. Sono rimasto sette anni in una città bellissima e in un club fantastico. È stata un'esperienza meravigliosa".

Il Barcellona ha conquistato la qualificazione per i quarti di finale rimontando al Camp Nou, con l'ormai famoso 6-1, dopo la sconfitta per 4-0 subita in casa del Paris Saint-Germain. Higuain non pensa però che la gara del Parco dei Principi sia da prendere in considerazione per valutare i blaugrana: "Il calcio cambia da un momento all'altro e una squadra che tutti davano per spacciata è arrivata ai quarti. Saranno pieni di fiducia. Il Barcellona ha avuto una serata no [a Parigi], ma non credo che ne avrà un'altra. Giocheremo la gara di andata in casa, perciò dovremo cercare di sfruttare il fattore campo per poi avere una possibilità a Barcellona. Non possiamo permetterci di togliere il piede dall'acceleratore, neanche per una frazione di secondo".

Higuain ha ribadito anche di aver scelto la Juve proprio per poter puntare alla Champions League: "È per questo che sono venuto. Lottiamo anche per il Sesto scudetto consecutivo e la Coppa Italia, che rimangono grandi obiettivi. Vincere sei Scudetti di fila sarebbe un record, così come la terza Coppa Italia consecutiva. Naturalmente, la UEFA Champions League è un sogno che vogliamo trasformare in realtà, ma non possiamo trascurare le altre due".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail