Parkour in Iraq: quando lo sport combatte la violenza

Siamo a sud di Baghdad, Najaf per la precisione. Qui alcuni giovani iracheni esorcizzano la violenza e le sofferenze grazie alla disciplina del Parkour. Muhannad insieme ai suoi amici ha fondato il gruppo "Parkour Najaf". Questo è un servizio andato su Al Arabiya, nel quale Muhannad ci parla della situazione in Iraq, di quanto sia importante credere in qualcosa, per esorcizzare una situazione politica e sociale disastrosa. Un altro bellissimo esempio del potere salvifico dello sport.

Dopo la guerra la violenza e la lotta si sono diffuse in tutta la società irachena. Abbiamo abbandonato la violenza e ritrovato la libertà grazie a questo sport che ci allevia lo stress e ci aiuta a vivere una vita normale. Putroppo le autorità ci perseguitano e spesso qualcuno di noi finisce in carcere per le nostre attività sportive, ma andiamo avanti, senza paura, dato che non facciamo del male a nessuno.

  • shares
  • Mail