Ranieri: "Colpito alle spalle ma non dai giocatori, ho già offerte"

L'allenatore torna sul divorzio dal Leicester

Claudio Ranieri, allenatore romano da qualche settimana nuovamente nonno a tempo pieno, ha rilasciato un’intervista a Stefano Boldrini per il settimanale ExtraTime. Nel magazine distribuito oggi nelle edicole con la Gazzetta dello Sport, Ranieri torna sull’esonero da parte del Leicester e ammette che si sarebbe aspettato almeno un’altra chance da parte della dirigenza alla quale ha dato il titolo di campione d’Inghilterra al suo primo anno sulla panchina delle Foxes.

"Dopo aver vinto il campionato inglese con una squadra mai arrivata così in alto, regalando al mondo una splendida favola, ti aspetti che nei momenti di difficoltà ti venga almeno concesso un bonus. La gara di Siviglia, in cui avevamo contrastato un club che ha vinto le ultime tre edizioni dell’Europa League, era il segnale che il Leicester stava tornando. Io ero tranquillo dopo quella partita. Invece...".

ranieri intervista

Dal giorno dell’esonero, le indiscrezioni relative alle cause dell’allontanamento si sono susseguite senza sosta. L’ipotesi più accreditata è quella che a remare contro Ranieri siano stati i giocatori, proprio coloro il quale lo aveva seguito ciecamente nella stagione precedente culminata con la vittoria della Premier League. Jamie Vardy ha smentito seccamente, ammettendo che da allora ha anche ricevuto minacce di morte. Il tecnico romani gli crede e sottolinea ancora:

"Non so chi mi ha voltato le spalle, non vado dietro a gelosie, invidie, giochi di potere. Posso solo dire che la scorsa stagione già c’erano stati dei problemi all’interno del club. Ma il Leicester nel 2014-15 confermò il mio predecessore, Pearson, dopo 6 k.o. di fila, mentre io, dopo 5, ma anche dopo la conquista del 1° titolo inglese e con la squadra vicina alla qualificazione ai quarti di Champions, sono stato esonerato. Non credo che a farmi fuori siano stati i giocatori. Sono sempre i dirigenti e i presidenti che decidono le sorti di un club".

Nei giorni scorsi Ranieri è stato visto presso il quartier generale del Chelsea, per fare visita all’amico Antonio Conte. Proprio il tecnico leccese ha ammesso di aver visto l’ex allenatore del Leicester carico e pronto a nuove avventure. Il diretto interessato conferma:

"Ho ricevuto offerte, anche da nazionali, europee e non solo. Voglio pensare bene e scegliere il programma che mi appassiona di più", conclude.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail