Sci, Coppa del Mondo, Giorgio Rocca critica il pubblico italiano: "E' viziato"

La Coppa del Mondo di Sci non sta ottenendo la medesima attenzione mediatica degli anni passati e la cosa è sotto gli occhi di tutti. L'ex sciatore Giorgio Rocca, 38 anni, in un'intervista concessa a Radio Manà Manà Sport, ha criticato, però, il pubblico italiano, facendo intendere, per quanto riguarda la manifestazione, inoltre che non c'è nient'altro da aggiungere per migliorarla.

Queste sono le dichiarazioni di Rocca, riportate da La Repubblica, che però ha addossato alla mancanza di un campione emblematico, il motivo più importante dell'attuale disinteresse del pubblico:

Non c'e' nulla da migliorare, purtroppo il pubblico italiano e' un po' viziato e guarda le gare solo se c'e' un campione come Alberto Tomba e non la guarda dal punto di vista sportivo. L'attenzione sarebbe maggiore solo se dovesse tornare un personaggio che riesce a vincere molto.

Giorgio Rocca ha anche spostato l'attenzione nei riguardi dello sci di fondo italiano che sta attraversando un momento di crisi:

Ci sono pochi introiti rispetto alle fatiche che si fanno. La cultura legata allo sci di fondo e alle discipline nordiche non è così affermata in Italia, i paesi del Nord Europa sono molto più avanti.

Tra le domande alle quali Giorgio Rocca ha risposto, ce n'è stata una anche riguarda il recente e soprattutto misterioso infortunio capitato alla campionessa Lindsay Vonn. Rocca ha sottolineato la delicatezza di questa situazione non ancora del tutto chiarita:

Non so se riuscirà a tornare cosi' competitiva, quando si sta male il tutto si ripercuote sulla performance e non sapere cosa si abbia di preciso e' ancora più grave di rompersi una gamba.

Durante la sua carriera, Giorgio Rocca ha vinto la Coppa del Mondo di Slalom Speciale nel 2006, collezionando in questa manifestazione un totale di 22 podi di cui 11 vittorie.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail