Cev Cup Volley femminile 2017: trionfa la Dinamo Kazan. Busto Arsizio ko anche in casa

La Dinamo Kazan aveva vinto 3-1 il match di andata in Russia.

La Unet Yamamay Busto Arsizio ha perso anche la finale di ritorno della Cev Cup 2017 contro la Dinamo Kazan, e ha perso malissimo, nel peggiore dei modi, ossia facendosi rimontare dal 2-0. Le farfalle stavano quasi per farcela nel quarto set ad allungare la partita fino al Golden Set, ma hanno perso la testa nel momento decisivo e così le russe hanno conquistato la coppa e poi hanno anche vinto il tie-break, non lasciando ai tifosi del PalaYamamay neanche la soddisfazione di vincere la partita. La nota positiva è Valentina Diouf, eletta MVP del match.

Nel primo set sono partite meglio le russe, che si sono portate subito sul +3 (2-5), ma le farfalle sono riuscite a recuperare tutto il gap e a passare avanti, mantenendosi per gran parte del set sul +3 e volando fino al +5 (20-15). Kazan, però, ha recuperato riportandosi fino al -1 (22-21), ma Busto Arsizio è riuscita a trovare tre palle-set (24-21) e infine a chiudere sul 25-23 con un muro vincente di Stufi.

Nel secondo parziale la vita per le farfalle è stat molto più semplice, perché sono state in vantaggio dall’inizio alla fine. Già sul 4-1 hanno costretto le russe a chiedere il time-out discrezionale, ma di fatto le ospiti non sono mai riuscite a recuperare il gap. Alla fine le palle-set per le bustocche sono state ben otto e anche in questo caso è stato il “murone” a chiudere sul 25-16, questa volta firmato da Fiorin.

Il terzo set è cominciato in maniera esattamente opposta, perché è stata la Dinamo Kazan a portarsi subito avanti, tanto da giungere al primo time-out tecnico con il doppio dei punti delle padrone di casa (4-8). Le farfalle hanno inseguito per tutto il parziale e le russe le hanno tenute sempre a debita distanza, godendo infine di 12 palle-set, nessuna annullata prima del 12-25 finale.

Il quarto set è stato quello della verità: l’ultima chance per Busto Arsizio per vincere il match e andare al Golden Set e sembrava quasi che le farfalle potessero riuscirci, essendo arrivate sul +3 (8-5) al primo time-out tecnico. Le russe però sono riuscite a riportarsi subito in vantaggio e ad arrivare alla seconda pausa obbligatoria sul +3 (13-16). A questo punto è stata la Yamamay a recuperare tutto il gap e a tornare avanti grazie a due ace consecutivi della giovane Beatrice Negretti. Dal +2 (20-18), però, le farfalle sono crollate nel finale e le russe hanno trovato tre palle-set, che potremmo anche definire championship-points, visto che il 21-25 con cui si sono aggiudicate questo parziale è valso anche la conquista della Cev Cup.

Si è ovviamente dovuto giocare anche l’inutile tie-break che ha visto Busto Arsizio partire forte, tanto da portarsi sul 4-0, intenzionata a dare almeno una soddisfazione al caloroso pubblico di casa. Dopo un time-out discrezionale, però, le russe sono riuscite a recuperare tutto lo svantaggio e a pareggiare sul 6-6, andando poi sul +2 al time-out tecnico (6-8). Le farfalle non hanno più recuperato il distacco e alla fine Kazan ha vinto anche il tie-break 12-15.

Questo dunque il risultato della finale di ritorno:
Unet Yamamay Busto Arsizio - Dinamo Kazan 2-3 (25-23, 25-16, 12-25, 21-25, 12-15)

Ricordiamo che all’andata il risultato era stato:
Dinamo Kazan - Unet Yamamay Busto Arsizio 3-1 (25-18, 25-22, 20-25, 25-22)

Foto © CEV

  • shares
  • Mail