Lanciò motorino a San Siro: licenziato per aggressione

Il lancio del motorino dagli spalti di San Siro è ormai storia: il 6 maggio del 2001, nel corso di una partita casalinga dell’Inter contro l’Atalanta, alcuni tifosi nerazzurri lanciarono dal secondo anello verde uno motorino che non si sa come era arrivato fin lì. A distanza di 16 anni, quell’episodio torna sulla prima pagina di alcuni magazine sportivi online come ‘Sportmediaset’ per via di un episodio assai poco felice il cui protagonista è lo stesso di quella data.

Uno di quei tifosi nerazzurri, infatti, era impiegato presso l’Ospedale Civico di Lugano, ma sarebbe stato licenziato per un’aggressione ad un suo superiore. Secondo quanto riferisce ‘Ticinonews’, l’uomo era già noto all’interno della struttura per alcuni precedenti ritenuti “goliardici”. Il suo nome, infatti, sarebbe presente tra i messaggi d’amore incisi negli ascensori riservati al personale, ma secondo i “malpensanti” sarebbe lui stesso l’autore.

Richiamato in diverse occasioni per il suo comportamento, stavolta l’uomo sarebbe andato ben oltre aggredendo addirittura uno dei suoi superiori. Un comportamento che gli sarebbe costato il licenziamento e l’allontanamento dall’ospedale.

lancio motorino san siro

  • shares
  • Mail