Tour of the Alps 2017: Dennis vince la seconda tappa, Ballerini terzo. Pinot leader | Video

La tappa è stata accorciata a causa della neve.

Rohan Dennis ha vinto la seconda tappa del Tour of the Alps 2017 grazie a una bella volata a ranghi ristretti. L’australiano della BMC si è piazzato davanti a Thibaut Pinot della FDJ che, grazie ai piazzamenti, è il nuovo leader della classifica generale a pari tempo con Michele Scarponi dell’Astana, vincitore della prima tappa.

La tappa odierna è stata accorciata: a causa della neve gli organizzatori e la giuria hanno deciso di ridurla da 181 a 140 km, togliendo il passaggio sul Ponte d’Europa e il ’gpm del Brennero, la cui discesa sarebbe stata troppo pericolosa, mentre è rimasto il gpm di St. Justina.

Nei primissimi chilometri il ritmo è stato forsennato, addirittura di 60 km/h. La fuga è partita poco prima del passaggio da Fortezza ed è stata animata da quattro uomini: Pascal Ackermann della Bora-Hansgrohe, che è stato in fuga anche ieri, Simone Velasco della Bardiani-CSF, Niccolò Salvietti della Sangemini MG.Kvis e Patrick Gamper della Tirol Cycling Team. Il loro vantaggio massimo è stato di poco superiore ai due minuti intorno al km 40, poi si è mantenuto intorno al minuto e mezzo per parecchi chilometri.

Al traguardo volante di Sillian si è imposto Ackermann davanti agli altri fuggitivi, subito dopo il distacco è sceso rapidissimamente e a -27,5 km dal termine la fuga è stata annullata. In contropiede hanno attaccato Nicholas Schultz (Caja Rural), Alexander Foliforov (Gazprom Rusvelo) e Michele Gazzara (Sangemini - Mg. K Vis), ma solo Foliforov è rimasto davanti e ha vinto il gpm di St. Justina, poi in discesa è stato raggiunto da Mikel Landa del Team Sky, Stefano Pirazzi della Bardiani-CSF e Ilia Koshevoy della Wilier Triestina.

Alle spalle di questi quattro nuovi battistrada si è lanciato in solitaria Damiano Caruso della BMC. A poco più di 10 km dal termine Pirazzi ha attaccato da solo e ha guadagnato qualche secondo rispetto a Landa, Foliforov, Koshevoy e Caruso che nel frattempo aveva raggiunto il gruppetto di testa.

Ai -8 km Pirazzi è stato raggiunto da Landa e Caruso e i tre avevano una ventina di secondi di vantaggio sul gruppo inseguitore. Ai 3 km il vantaggio è rimasto di 22 secondi, mentre la Cannondale-Drapac si è messa in testa al plotone per cercare di annullarlo e all’inizio dell’ultimo chilometro lo aveva ridotto a 10”. Pirazzi ha provato a rilanciare l’azione dei battistrada, ma il plotone li aveva ormai nel mirino e li ha ripresi a meno di 500 metri dal traguardo e quando è partita la volata, Dennis ha bruciato tutti con oltre una bicicletta di vantaggio. Al terzo posto si è piazzato Davide Ballerini dell’Androni Giocattoli.

Questi i primi dieci all’arrivo della seconda tappa, da Vipiteno a Innervillgraten, tutti con lo stesso tempo:
1) Rohan Dennis (BMC) 3h 20’ 12”
2) Thibaut Pinot (FDJ)
3) Davide Ballerini (Androni Giocattoli)
4) Nick Schultz (Caja Rural-Seguros RGA)
5) Geraint Thomas (Team Sky)
6) Eduard Prados (Caja Rural-Seguros RGA)
7) Luis Leon Sanchez (Astana)
8) Mattia Cattaneo (Androni Giocattoli)
9) Kenny Elissonde (Team Sky)
10) Matteo Busato (Wilier Triestina)

E queste le prime posizioni della classifica generale dopo due tappe:
1) Thibaut Pinot (FDJ)
2) Michele Scarponi (Astana) s.t.
3) Geraint Thomas (Team Sky) +4”
4) Dario Cataldo (Astana) +10”
5) Domenico Pozzovivo (AG2R La Mondiale) +10”

  • shares
  • Mail