Freccia Vallone 2017: Valverde padrone a Huy, è pokerissimo! | Video

Quarto trionfo consecutivo.

Il Muro di Huy ha un solo padrone e si chiama Alejandro Valverde. Il murciano della Movistar ha ottenuto oggi il suo quinto successo, il quarto consecutivo, nella Freccia Vallone e nel finale non c’è stata davvero gara, perché sul Muro ha un altro passo e nessuno riesce a batterlo. Dietro di lui si sono piazzati Daniel Martin della Quick-Step Floors e Dylan Teuns della BMC.

Subito dopo il via hanno attaccato Olivier Pardini (WB Veranclassic Protect), Yoann Bagot (Cofidis) e Nils Politt (Katusha Alpecin), che hanno guadagnato un buon margine sul gruppo, che sembrava aver approvato questa fuga. Qualche chilometro dopo hanno contrattaccato Fabien Doubey (Wanty-Groupe Gobert), Romain Guillemois (Direct Energie) e Daniel Pearson (Aqua Blue Sport). I tre contrattaccanti hanno rapidamente raggiunto i tre uomini in testa alla corsa e si è così formato un gruppo di leader di sei uomini che ha guadagnato quasi sei minuti sul gruppo dopo 70 km di corsa.

Sulla prima salita del Muro di Huy, il gruppetto dei fuggitivi è esploso e in testa sono rimasti soltanto Bagot, Pardini e Guillemois, mentre prima ancora della Côte d'Ereffe gli altri ex battistrada sono stati ripresi dal gruppo. Intanto nel plotone sono cominciati gli attacchi e si è formato un drappello di una decina di uomini la cui avventura, tuttavia, è durata molto poco, perché sono stati ripresi dal gruppo.

A una quarantina di chilometri dal termine, poiché il vantaggio era ormai calato ben sotto il minuto, Pardini ha deciso di attaccare e di staccarsi da Bagot e Guillemois. A 35 km dal termine tutti i fuggitivi, incluso Pardini, sono stati ripresi e in contropiede ha attaccato Alessandro De Marchi della BMC, alla cui ruota ha provato ad attaccarsi Gianluca Brambilla della Quick-Step che però ha perso molti metri prendendo male una curva e ha deciso di non proseguire nell’azione, visto anche che nessun altro si era lanciato al loro inseguimento.

De Marchi è arrivato al secondo passaggio sul Muro di Huy con 19” di vantaggio e dopo lo scollinamento si è lanciato al contrattacco Bob Jungels, sempre della Quick-Step Floors, e dietro di lui sono partiti altri uomini. Il lussemburghese ha raggiunto l’italiano della BMC e poi lo ha staccato, andando in fuga fa solo. De Marchi è stato ripreso dal gruppo ai -6,5 km, mentre Jungels aveva più di 50” di vantaggio.

Sull’ultima salita del Muro di Huy Jungels è stato ripreso dal gruppo, trainato soprattutto da Movistar e Team Sky. David Gaudu della FDJ ha attaccato per primo, ma Alejandro Valverde ha risposto subito ed è stato implacabile nel finale, andando a trionfare per la quinta volta. Tra l’altro lo spagnolo, che il prossimo 25 aprile compie 37 anni, ha già promesso che l’anno prossimo tornerà a correre ancora questa gara a cui è tanto affezionato.

Valverde ha vinto la Freccia Vallone 2017

Questi i primi dieci al traguardo:
1) Alejandro Valverde (Movistar) 5h 15’ 37”
2) Daniel Martin (Quick-Step Floors) +1”
3) Dylan Teuns (BMC) +1”
4) Sergio Luis Henao (Team Sky) +1”
5) Michael Albasini (Orica-Scott) +1”
6) Warren Barguil (Team Sunweb) +1”
7) Michal Kwiatkowski (Team Sky) +1”
8) Rudy Molard (FDJ) +1”
9) David Gaudi (FDJ) +1”
10) Diego Ulissi (UAE Team Emirates) +1”

  • shares
  • Mail