Giro di Romandia 2017, terza tappa: vittoria di Viviani davanti a Colbrelli | Video

L’italiano ha coronato il gran lavoro del Team Sky.

Il Giro di Romandia è sempre più di marca italiana. Mentre Fabio Felline conserva la maglia di leader per il quarto giorno consecutivo, oggi, nella terza tappa in linea, abbiamo ottenuto una bella doppietta: Elia Viviani ha vinto davanti a Sonny Colbrelli. Il campione olimpico dell’Omnium ha coronato al meglio il gran lavoro del suo Team Sky e ha battuto tutti allo sprint finale, mentre il bresciano della Bahrain-Merida si è guadagnato la piazza d’onore davanti al tedesco della Bora-Hansgrohe Michael Schwarzmann.

Questa la dichiarazione di Elia Viviani prima della premiazione:

“Era da molto tempo che non vincevo in strada, più di un anno, perciò sono molto contento e devo ringraziare la squadra, oggi tutti hanno lavorato per me. Mi sento abbastanza bene dopo la tappa di ieri che è stata abbastanza dura. Tutto il team crede in me e questo è il risultato. Mi spiace non partecipare al Giro d’Italia, ma sono scelte strategiche che fa la squadra ed è giusto che sia così, il Team Sky vuole vincere la classifica generale”

Oggi a Payerne, subito dopo il via ci sono stati diversi attacchi, ma la fuga che è andata in porto è stata quella animata da Davide Martinelli della Quick-Step Floors, Lukas Pöstlberger della Bora-Hansgrohe, Toms Skujins della Cannondale-Drapac, Victor Campenaerts della LottoNL-Jumbo, Thomas De Gendt della Lotto Soudal, Hugo Houle dell’AG2R La Mondiale e Nikita Stalnov dell’Astana. Il loro vantaggio massimo è stato di circa tre minuti.

Martinelli si è aggiudicato il traguardo volante al km 95,8, mentre De Gendt ha transitato per primo nei primi due gran premi della montagna. Il primo a perdere contatto dai battistrada è stato Stalnov, poi, grazie al lavoro di Team Sky, Trek-Segafredo, Dimension Data, ma soprattutto Bahrain-Merida, la fuga è stata completamente annullata a 35 km dal termine.

Dopo che il gruppo è tornato compatto ci sono stati diversi attacchi e Tosh Van der Sande della Lotto-Soudal si è aggiudicato il gpm di Sassel. L’azione più significativa è stata quella di Alex Dowsett della Movistar, che ha allungato da solo in testa al gruppo a poco più di 20 km dal traguardo e ha guadagnato mezzo minuto di vantaggio. Intanto dal gruppo Stefan Küng della BMC, vincitore della tappa di ieri, ha transitato davanti al resto del plotone (quindi per secondo dopo Dowsett) al secondo e ultimo sprint intermedio.

A poco meno di 5 km dal termine Dowsett è stato ripreso ed è cominciata la lotta tra i treni delle squadre dei velocisti e anche Chris Froome si è messo d’impegno a tirare la volata al suo compagno Elia Viviani che, nonostante uno scatto di Alexander Edmonson dell’Orica-Scott, è riuscito a battere tutti, mentre Sonny Colbrelli si è piazzato dietro di lui.

Viviani batte Colbrelli

Questi i primi dieci al traguardo della terza tappa a Payerne, lunga 187 km, tutti con lo stesso tempo:
1) Elia Viviani (Team Sky) 4h 27’ 43”
2) Sonny Colbrelli (Bahrain-Merida)
3) Michael Schwarzmann (Bora-Hansgrohe)
4) Alexander Edmonson (Orica-Scott)
5) Samuel Dumoulin (AG2R La Mondiale)
6) Youcef Reguigui (Dimension Data)
7) Max Richeze (Quick-Step Floors)
8) Moreno Hofland (Lotto Soudal)
9) Viacheslav Kuznetsov (Team Katusha-Alpecin)
10) Juan José Lobato (Team LottoNL-Jumbo)

Elia Viviani ha vinto la terza tappa del Giro di Romandia 2017

E questi i primi dieci della classifica generale:
1) Fabio Felline (Trek-Segafredo) 12h 40’ 24”
2) Maximilian Schachmann (Quick-Step Floors) +8”
3) Jesús Herrada (Movistar) +8”
4) Primoz Roglic (Team LottoNL-Jumbo) +9”
5) Ion Izagirre (Bahrain Merida) +12”
6) Bob Jungles (Quick-Step Floors) +12”
7) José Gonçalves (Team Katusha-Alpecin) +13”
8) Rubén Fernández (Movistar) +13”
9) Michael Albasini (Orica-Scott) +14”
10) Jonathan Castroviejo (Movistar) +14”

  • shares
  • Mail