Pioli: "A Firenze per reagire"

Una reazione immediata, su un campo complicato. Di questo ha bisogno l'Inter per digerire la delusione della vittoria nel derby sfumata al termine del recupero. Stefano Pioli ne è consapevole:

C’era tanto amaro in bocca dopo il derby, con la Fiorentina vogliamo reagire. In ottica Europa League non cambia nulla, però ora affronteremo tante squadre forti, dovremo essere in formissima per batterle. Con il Milan abbiamo concesso troppa iniziativa, anche se poi la differenza l’hanno fatta i calci piazzati. Se il campionato finisse oggi non potremmo essere soddisfatti, ma fortunatamente da qui al 28 maggio possiamo fare tanto e spero che alla fine la classifica ci sorrida

La squadra non rende come dovrebbe, ma Pioli allontana le giustificazioni sull'ansie derivanti dall'attesa per il prossimo calciomercato nel quale dovrebbe arrivare un grosso aiuto economico dalla proprietà cinese:

Dobbiamo pensare al presente, la formazione migliore è quella più adatta alla prossima partita, non all’anno prossimo. Abbiamo 6 mesi di rincorsa estenuante, ora siamo un po’ indietro ma possiamo migliorare ancora, il gap non è così ampio. Ad oggi dobbiamo migliorare la gestione della palla e l’attenzione sulle palle inattive. Queste due cose ci hanno penalizzato

  • shares
  • Mail