Djokovic cambia tutto lo staff: “Voglio ritrovare la scintilla vincente”

Separazione consensuale da allenatore, preparatore e fisioterapista.

Squadra che perde si cambia e uno come Novak Djokovic non ha pazienza, ha bisogno di tornare subito a vincere dopo quasi quattro mesi di digiuno. L’ultimo trionfo è stato a Doha, dove ha battuto in finale Andy Murray, poi le eliminazioni troppo rapide dagli Australian Open (secondo turno contro Denis Istomin) e da Indian Wells, in quest’ultimo caso è stato fatto fuori agli ottavi da Nick Kyrgios che poco tempo prima lo aveva battuto anche ad Acapulco nei quarti di finale. L’ultimo ko è stato quello ai quarti di Montecarlo contro David Goffin e a quanto pare è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Tra l’altro Nole quest’anno ha avuto qualche problema fisico che lo ha costretto a decidere di saltare tornei importanti come Miami.

Oggi, attraverso il suo sito web ufficiale, Djokovic ha pubblicato un comunicato, o meglio un “post”, in cui spiega di aver deciso di cambiare tutto il suo staff, separandosi dunque dall’allenatore Marian Vajda, dal preparatore atletico Gebhard Phil Gritsch e dal fisioterapista Miljan Amanovic, uomini con cui ha costruito vittorie importanti, incluse quelle dei 12 Slam già presenti nella sua bacheca.

Djokovic ha spiegato:

“Non è stata una decisione facile, ma insieme abbiamo constatato che servono cambiamenti. È stato un bel viaggio, ma sento di dover ripartire e il mio obiettivo più grande è ritrovare la scintilla vincente in campo. Sarò sempre grato a loro per un decennio di amicizia, professionalità e dedizione ai miei obiettivi. Senza il loro supporto non avrei potuto raggiungere certe vette. Ma voglio continuare a innalzare il livello del mio gioco”

Poi ha aggiunto, sottolineando il rapporto stretto avuto con le persone da cui si sta allontanando professionalmente:

“Era necessario cambiare ora. Non è stata una decisione facile, sono la mia famiglia e questa cosa non cambierà mai”

Per ora non si sa chi sarà il nuovo allenatore di Novak Djokovic, ha detto che vuole prendersi un po’ di tempo per comunicarlo, ma è difficile pensare che non lo abbia già scelto, visto che Madrid, Roma e poi il Roland Garros sono alle porte.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail