Giro d’Italia 2017, Tortolì-Cagliari: a Gaviria la terza tappa e la Maglia Rosa. Nizzolo terzo | Video

Il racconto della terza frazione del Giro 100.

Fernando Gaviria, dopo le delusioni delle prime due tappe, è riuscito a imporsi nella terza, l’ultima in Sardegna, da Tortolì a Cagliari, in un finale complicato dal vento e dominato dalla Quick-Step Floors che con i ventagli se la cava sempre benissimo e sa fare la differenza. Dietro al colombiano si sono piazzati il tedesco Rüdiger Selig della Bora-Hansgrohe e il campione italiano Giacomo Nizzolo della Trek-Segafredo. Per Gaviria c’è ovviamente anche la Maglia Rosa, visto che André Greipel è arrivato con 13” di ritardo.
In classifica generale Bob Jungels, compagno di Gaviria e oggi fondamentale per la vittoria, ha guadagnato qualche secondo sui diretti avversari.

Questi i primi dieci al traguardo di Cagliari:
Classifica 3a tappa Giro d'Italia 2017

Il racconto della terza tappa Tortolì-Cagliari


  • 17:01

    I pretendenti alla classifica generale sono arrivati tutti con lo stesso tempo, tranne Bob Jungels che ha guadagnato qualche secondo rispetto ai diretti avversari.

  • 16:58

    Fernando Gaviria ha vinto davanti a Rüdiger Selig della Bora-Hansgrohe, terzo Giacomo Nizzolo della Trek-Segafredo.

  • 16:58

    Aspettiamo di sapere con precisione la composizione del podio di giornata.

  • 16:57

    Bella volata a ranghi ristretti. Il colombiano della Quick-Step Floors dovrebbe aver conquistato anche la Maglia Rosa. Di certo non è più di Greipel, molto attardato.

  • 16:57

    Gaviria ce la fa a coronare il gran lavoro della sua squadra!

  • 16:56

    Nathan Haas prova ad anticipare la volata!

  • 16:56

    Gruppo in forte recupero rispetto al gruppetto di testa di Gaviria.

  • 16:55

    Gran lavoro di Bob Jungels della Quick-Step Floors in favore di Fernando Gaviria, che tra l'altro stava rischiando di restare indietro.

  • 16:55

    Ultimi 2 km e Greipel ormai staccato di 18".

  • 16:50

    Nel gruppo di testa abbiamo quattro corridori della Quick-Step Floors, poi Nathan Haas, Giacomo Nizzolo e due uomini della Bora-Hansgrohe.

  • 16:50

    Rohan Dennis oggi rischia di perdere veramente molto tempo in classifica generale.

  • 16:48

    Intanto Rohan Dennis della BMC è caduto, trascinato via dal vento. È molto indietro.

  • 16:47

    Greipel si è rialzato perché da solo non può rientrare in gruppo a causa del vento. Adesso abbiamo un gruppetto in testa con gli uomini della Quick-Step Floors, c'è anche Giacomo Nizzolo, hanno 10" di vantaggio su Greipel.

  • 16:47

    Tra gli uomini che hanno perso contatto c'è la Maglia Rosa André Greipel cui era saltata la catena. Anche Geraint Thomas è un po' indietro.

  • 16:45

    Alcuni uomini hanno perso contatto con il gruppo a causa dei ventagli che si erano aperti poco fa. Ora il gruppo è di nuovo in fila.

  • 16:44

    Si aprono i ventagli! Questa può essere una variabile molto importante.

  • 16:44

    Siamo a 11,5 km dal termine, è già lotta tra le squadre dei velocisti.

  • 16:24

    Gruppo compatto ai -26 km.

  • 16:24

    Ripreso anche Tratnik.

  • 16:21

    Ripresi Zhupa e Rovny. Tratnik resta davanti con soli 16" di vantaggio.

  • 16:13

    Anche oggi Ilnur Zakarin del Team Katusha-Alpecin ha forato, ma a differenza di ieri, quando ha perso in totale 20", è rientrato con molta più facilità in gruppo.

  • 16:11

    A poco più di 32 km dal termine il vantaggio dei tre battistrada è solo di 43".

  • 16:01

    Al gpm di Capo Boi i tre battistrada non hanno disputato una volata, Tratnik ha transitato per primo davanti a Zhupa e Rovny.

  • 15:55

    1' 28" di distato a 42 km dal traguardo. Comincia la salita di Capo Boi.

  • 15:50

    Oggi sono davvero tante, anzi, troppe le forature. Probabilmente c'è stato qualche problema sulle strade di questa tappa.

  • 15:45

    Zhupa si è aggiudicato il traguardo volante di Villasimius davanti a Rovny e Tratnik, mentre Sbaragli ha vinto lo sprint del gruppo per il quarto posto.

  • 15:42

    A 50 km dal termine il distacco è di circa due minuti.

  • 15:31

    La Lotto-Soudal tiene sempre sotto controllo il distacco, che, a 58 km dal termine, è sempre di 1' 48".

  • 15:12

    Ricordiamo i nomi dei tre battistrada:

      Eugert Zhupa (Wilier-Selle Italia)
      Ivan Rovny (Gazprom-RusVelo)
      Jan Tratnik (CCC Sprandi Polkowice)

  • 15:11

    Ai - 72 km il distacco è ancora invariato a 1' 48".

  • 14:58

    A 83 km dal termine il distacco è solo di 1' 48".

  • 14:31

    Siamo ai -100 km e il vantaggio dei tre battistrada è di tre minuti.

  • 14:15

    Sbaragli si è aggiudicato lo sprint intermedio di Ponte Su Santu, poi si è rialzato, non vale la pena per lui restare in fuga, visto che potrebbe essere protagonista nella volata finale.

  • 13:53

    Il vantaggio dei quattro battistrada è di quasi due minuti e mezzo.

  • 13:47

    Le squadre dei quattro battistrada mandano in fuga un loro corridore ogni giorno.

  • 13:39

    Ai tre battistrada si aggiunge anche Kristian Sbaragli della Dimension Data.

  • 13:37

    Attaccano subito Eugert Zhupa della Wilier-Selle Italia, che è stato in fuga anche il primo giorno, Ivan Rovny della Gazprom-RusVelo e Jan Tratnik della CCC Sprandi Polkowice.

  • 13:35

    Parte la terza tappa del Giro d’Italia 2017.

La presentazione della terza tappa


Il Giro d’Italia 2017, dopo due tappe oltre i 200 km, si appresta ad affrontare oggi una frazione più semplice, di soli 148 km da Tortolì a Cagliari, e senza difficoltà altimetriche. È un percorso per velocisti che forse potrebbe regalarci la prima volata con tutti i pretendenti ancora in gioco, visto che, oltre al successo inaspettato di Lukas Pöstlberger della Bora-Hansgrohe nella prima frazione anticipando il gruppo, anche ieri alcuni velocisti, tra cui il campione italiano Giacomo Nizzolo della Trek-Segafredo, sono rimasti indietro a causa della fatica richiesta dai continui sali e scendi e dal vento contrario.

Oggi i sali e scendi sono di meno, anche se non sono escluse le sorprese, in fondo siamo sempre al Giro d’Italia, corsa che, anno dopo anno, diventa sempre più imprevedibile anche nelle tappe sulla carta già scritte. In linea di massima, comunque, André Greipel della Lotto Soudal, che lotterà per il bis, dovrebbe essere in grado di difendere la Maglia Rosa, a meno che uno degli altri velocisti, su tutti Caleb Ewan dell’Orica-Scott e Fernando Gaviria della Quick-Step Floors, non riesca a batterlo, magari evitando anche che prenda abbuoni.

I primi 90 km oggi si corrono tutti su una strada a scorrimento veloce e saranno attraversate anche alcune gallerie illuminate. I corridori lasceranno poi la statale 125 per attraversare Villiasimius. A questo punto ci saranno alcune salite, ma tutte brevi e poco impegnative, e solo Capo Boi è classificato come gran premio della montagna, di quarta categoria. L’ultima parte del percorso, invece, è completamente piatto, anche se a richiedere la massima concentrazione da parte dei ciclisti saranno le numerose rotatorie presenti negli ultimi 10 km.

Tappa Tortolì-Cagliari: altimetria e planimetria


© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail