Internazionali 2017, Vinci: "Qui ci doveva essere la Schiavone, non la Sharapova"

Anche Roberta Vinci si è unita al numeroso gruppo di tenniste che ha mal digerito il ritorno in grande stile nel circuito da parte di Maria Sharapova. La russa sta ricevendo un trattamento privilegiato perché, dopo 15 mesi di squalifica per doping, ha subito ottenuto le wild card necessarie a partecipare ai tornei di Stoccarda, Madrid e Roma. La Sharapova, d'altra parte, è un'atleta che può contare sul supporto di sponsor importanti, fattore che non si può ignorare nel mondo del tennis professionistico.

Le sue colleghe, comunque, trovano inconcepibile la possibilità che gli è stata concessa. Roberta Vinci, per esempio, ha parlato apertamente dell'esclusione della Schiavone, alla quale gli organizzatori non hanno concesso una wild card, preferendole appunto la russa: "Mi dispiace che Francesca non sia qui. Non voglio ricordare tutti i suoi risultati, però sappiamo che sono stati tanti e importanti per il tennis italiano: siamo in Italia e avrei dato la wild card alle giocatrici italiane, lei lo meritava tanto”. L'avrei tolta a Maria Sharapova. Eh... ho detto la verità!".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail