Giro d'Italia 2017, Landa: "Vittoria per Scarponi"

Prima le braccia rivolte verso il cielo e poi le lacrime. Mikel Landa non ce l'ha fatta a contenere l'emozione per la meritatissima vittoria di oggi. Solo ieri si era dovuto accontentare nuovamente del secondo posto, ma oggi ci ha voluto riprovare ed ha avuto ragione. Sostenuto da una condizione fisica eccellente, lo spagnolo è andato in fuga e poi ha scalato la salita del Piancavallo staccando fin dai primi km gli altri fuggitivi.

Questa volta ha voluto evitare di arrivare all'arrivo in compagnia di altri ed ha fatto decisamente bene. Subito dopo il traguardo ha spiegato che quelle braccia al cielo erano per l'amico ed ex compagno di squadra Michele Scarponi, al quale era molto legato: "Finalmente la vittoria è arrivata, non è stato facile. Vincere così ha più gusto, ripaga ancor di più degli sforzi che si fanno, un bel ricordo per un compagno che abbiamo perso. Michele era un gran compagno e amico. Tutto lo ricordano qui ogni giorno e volevo ricordarlo anche io".

La vittoria di oggi ed anche la conquista matematica della classifica scalatori non lo appagano comunque fino in fondo: "Per me è stato difficile trovare una motivazione e un obiettivo dopo la caduta. Ero qui perché speravo di poter fare classifica. Fortunatamente, dopo un paio di giorni brutti mi sono ripreso bene. Ora posso essere contento, ogni giorno mi sono sentito meglio e questo mi dà fiducia per il prossimo anno".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail