Champions League: dal 2018 una partita in chiaro sulla Rai

La Champions League torna a Sky, non da subito, ma a partire dalla stagione 2018-2019 e per tutto il triennio 2018-2021. Il quadro è ormai definito e dopo un interregno di tre anni targato Mediaset, la ‘coppa dalle grandi orecchie’ sarà trasmessa nuovamente dall’emittente satellitare di Rupert Murdoch. Sky trasmetterà tutte le partite della Champions League solo per gli abbonati in pay TV, mentre una partita delle italiane ogni settimana (quella del mercoledì) sarà trasmessa in chiaro dalla Rai.

Sarà dunque un ritorno in grande stile un po’ per tanti attori in campo: innanzitutto per le squadre italiane, che dal 2018-2019 torneranno ad essere in 4 a partecipare alla Champions League. Inoltre, Sky si riprenderà la competizione che tanto ritorno garantisce in termini pubblicitari, mentre la Rai acquisirà maggiore appeal davanti agli investitori garantendo almeno una partita a settima della competizione continentale regina. Le partite delle squadre italiane, essendo quattro, saranno suddivise in due fasce orarie: due partite si giocheranno alle ore 19 e due alle 21.

Secondo 'Calcio e Finanza', Sky pagherà all’Uefa per i diritti della Champions League per il triennio 2018-2021 circa 600 milioni di euro, ossia 200 milioni l’anno (di cui 40 saranno pagati dalla Rai). Una cifra inferiore rispetto a quanto pattuito con Mediaset per il triennio 2015-2018. A proposito del gruppo del ‘biscione’, secondo le ultime indiscrezioni non presenterà alcuna offerta o ne presenterà una al ribasso. Una sorta di resa in favore della concorrenza sia a livello di pay TV, sia per le trasmissioni in chiaro. Alla Rai, oltre che 15 grandi notti Champions della fase a gironi, andrà anche la finale di Supercoppa Europea e le partite delle italiane nella fase ad eliminazione diretta in caso di qualificazione.

champions league 2018-2021

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail