Dani Alves: "Per vincere la Champions non serve un c..." [VIDEO]

Cardiff - Dani Alves è stato uno dei protagonisti indiscussi della vigilia di Juventus-Real Madrid, finale di Champions League. Dall’alto della sua esperienza, con oltre 30 titoli vinti in carriera, il brasiliano ex Barcellona è stato intervistato da Premium Sport, prima di presentarsi in conferenza stampa di fianco a Gianluigi Buffon e Massimiliano Allegri.

"Cosa serve per vincere partite come queste? Un c***o, Bisogna solo giocare bene quel giorno, non serve il passato. Non serve a niente", ha detto ai microfoni di Gianni Balzarini. Insomma, non ha usato mezzi termini, Dani Alves, per dichiarare che per lui sarà una partita come tante altre che ha già vissuto. Concetto ribadito in sala stampa, rispondendo ad un giornalista chi gli ha chiesto se prima delle finali riesca a dormire: "Io dormo benissimo come tutti i giorni, quello che consiglio loro è che dormano perché la sera bisogna lavorare sodo. Non sono nessuno per insegnare qualcosa a qualcuno, tantomeno a persone di grande esperienza nel calcio come i miei compagni di squadra, persone che hanno vinto trofei importanti nella loro vita", ha aggiunto.

Insomma, tanta convinzione da parte del terzino della Juventus, che subito dopo però ribadisce che senza l’umiltà non sarebbe mai diventato il giocatore in con più titoli nella propria bacheca. "Io sono un eterno apprendista, sono un principiante - insiste Dai Alves - , cerco di imparare tanto dai miei colleghi. Credo che questa sia la forza del nostro gruppo. Condividiamo le nostre esperienze, il nostro vissuto e questo ci ha convinti che esiste solo una strada da percorrere, mettere in comune le nostre forze per portare a casa il risultato. Siamo una squadra che ha come maggior dote la forza collettiva, di squadra. Deve essere maggiore di quella dell’avversario, è questa la nostra maggiore chance di portare a casa la vittoria".


© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail