Giro del Delfinato 2017: il percorso e l’altimetria delle 8 tappe

Una crono individuale, due tappe per velocisti, due di media e tre di alta montagna.

Da domani, domenica 4 giugno, fino alla domenica successiva, 11 giugno, si disputa il Critérium du Dauphiné (Giro del Delfinato) 2017, che è tradizionalmente l’antipasto del Tour de France, che infatti comincia tra un mese.

Le tappe in programma sono otto, di cui due di media e tre di alta montagna, due frazioni sulla carta adatte alle ruote veloci e una cronometro individuale. Si comincia da Saint Étienne con un percorso di 170,5 km intervallato da ben otto gran premi della montagna (uno di seconda, quattro di terza e tre di quarta categoria), che possono incidere notevolmente sullo svolgimento della gara, rendendola avvincente fin dal primo giorno.

Il secondo giorno si andrà da Saint-Chamond ad Arlanc, lungo un percorso di 171 km con quattro gpm, tutti lontani dall’arrivo, due di terza, uno di seconda e l’ultimo (ai -71 km) di quarta categoria. La terza tappa, da Le Chambon-sur-Lignon a Tullins, lunga 184 km, ha un’altimetria più adatta ai velocisti, con quattro gpm poco impegnativi, tre di quarta e uno di quarta categoria, e ultimi chilometri completamente piatti.

Il quinto giorno c’è la crono individuale di 23,5 km, da La Tour-du-Pin a Bourgoin-Jallieu, con un rilevamento cronometri a Laval, al km 12,5. Non presenta difficoltà altimetriche e sembra adatta agli specialisti. La sesta tappa da La Tour-de-Salvagny a Mâcon, lunga 175,5 km, è un’altra che si presta particolarmente alle ruote veloci, nonostante i sei gp, uno di terza, uno di seconda e quattro di quarta categoria, molto lontani dall’arrivo e dunque potrebbero incidere sulla fuga, ma ci sarà tutto il tempo per riprenderla.

La settima tappa potrebbe incidere sulla classifica generale: è lunga solo 147,5 km, da Parc des Oiseaux - Villars-les-Dombes a La Motte-Servolex, ma ha tre gpm, uno di terza, uno di quarta categoria e l’ultimo, il Mont du Chat, hors catégorie. la tappa non si conclude in salita, ma a fare la differenza potrebbe essere la bravura lungo la ripida discesa dal Mont du Chat.

La settima tappa parte da Aoste e arriva all’Alpe d’Huez dopo 168 km: nella prima metà della gara ci sono tre gpm, uno di quarta, uno di seconda e uno di prima categoria, po negli ultimi 35 km ci sono uno di seconda categoria, il Col de Sarenne hors catégorie e l’arrivo in salita di seconda categoria.

L’ultimo giorno c’è una tappa breve che parte da Albertville, di 115 km, con quattro gpm, due di prima categoria, uno di seconda e l’arrivo hors catégorie a Plateau de Solaison.

Qui sotto tutte le altimetrie delle otto tappe, nel video in apertura, invece, trovate tutta la planimetria.

Giro del Delfinato 2017: altimetria delle 8 tappe


Domenica 4 giugno: Saint-Étienne / Saint-Étienne (170,5 km)
Lunedì 5 giugno: Saint-Chamond / Arlanc (171 km)
Martedì 6 giugno: Le Chambon-sur-Lignon / Tullins (184 km)
Mercoledì 7 giugno: La Tour-du-Pin / Bourgoin-Jallieu (23,5 km)
Giovedì 8 giugno: La Tour-de-Salvagny / Mâcon (175,5 km)
Venerdì 9 giugno: Parc des Oiseaux - Villars-les-Dombes / La Motte-Servolex (147,5 km)
Sabato 10 giugno: Aoste / Alpe d'Huez (168 km)
Domenica 11 giugno: Albertville / Plateau de Solaison (115 km)

  • shares
  • Mail