Giro del Delfinato 2017: Phil Bauhaus ha vinto la quinta tappa | Video

Non cambia la classifica generale.

Il giovane Phil Bauhaus del Team Sunweb ha vinto la quinta tappa del Giro del Delfinato da La Tour de Salvagny a Mâcon, lunga 175,5 km. Il tedesco ha battuto allo sprint ben quattro. francesi Arnaud Démare della FDJ, Bryan Coquard e Adrien Petit della Direct Energy e Nacer Bouhanni della Cofidis, Solutions Crédits. Alexander Kristoff del Team Katusha-Alpecin, che aveva fatto lavorare i suoi nel finale, si è dovuto accontentare del sesto posto, mentre il migliore degli italiani è stato Enrico Battaglin del Team LottoNL-Jumbo, nono. Sonny Colbrelli della Bahrain-Merida ha battezzato la ruota sbagliata e si è dovuto accontentare dell’undicesimo posto.

La corsa oggi è partita a mezzogiorno e dopo un chilometro e mezzo i corridori hanno già scollinato sul primo gran premio della montagna, la Côte de Belmont-d'Azergues, di terza categoria, dove la Maglia Gialla Thomas De Gendt della Lotto Soudal (che è anche Maglia a Pois), ha preso due punti davanti a Koen Bouwman della LottoNL-Jumbo, vincitore della terza tappa, (che è secondo e di fatto indossa la Maglia a Pois) che ne ha avuto uno.

Poco dopo il gol si è formata una fuga di sei uomini capitanata proprio da Bouwman, ma sono stati presto ripresi dal gruppo. Tuttavia il giovane olandese non si è arreso ed è riuscito ad andare in fuga per davvero con Dylan Van Baarle della Cannondale-Drapac, Marco Minnaard della Wanty-Groupe Gobert e Julien El Farès della Delko Marseille Provence KTM. Al km 16 i quattro avevano già 1’ 20” di vantaggio, mentre la FDJ della Maglia Verde Arnaud Démare si è occupata di dettare il ritmo al plotone.

Bouwman ha conquistato anche il secondo gpm, di quarta categoria, sulla Côte de Régnié-Durette e poi anche il terzo, di seconda categoria, il Col du Fut d'Avenas, conquistando altri cinque punti grazie ai quali è diventato leader della classifica del re della montagna davanti a De Gendt. Proprio allo scollinamento i battistrada hanno raggiunto il loro vantaggio massimo di 5’ 20”. Bowman si è poi preoccupato di consolidare la sua Maglia a Pois andando a prendere il punto in palio sulla Côte d'Ouroux e quello sul Col de Champ Juin (entrambi gpm di quarta categoria).

Dopo essersi aggiudicato anche l’ultimo punto in palio della giornata per la Maglia a Pois, aggiudicandosi il gpm di Col du Bois Clair, Bouwman ha lasciato gli altri battistrada e si è fatto riprendere dal gruppo. Il secondo a mollare è stato El Farès e così negli ultimi 16 km davanti sono rimasti solo Minnaard e Van Baarle, con meno di un minuto di vantaggio sul plotone. Il corridore della Cannondale-Drapac è stato l’ultimo a cedere a 6 km dal termine, quando è toccato alle squadre dei velocisti cominciare a combattere per dare la migliore posizione possibile ai propri capitani in vista dello sprint finale vinto da Bauhaus.

Questi i primi dieci oggi al traguardo della quinta tappa, tutti con lo stesso tempo:
1) Phil Bauhaus (Team Sunweb) 4h ’04’ 32”
2) Arnaud Démare (FDJ)
3) Bryan Coquard (Direct Energie)
4) Adrien Petit (Direct Energie)
5) Nacer Bouhanni (Cofidis, Solutions Crédits)
6) Alexander Kristoff (Team Katusha-Alpecin)
7) Pascal Ackermann (Bora-Hansgrohe)
8) Edvald Boasson Hagen (Dimension Data)
9) Enrico Battaglin (LottoNL-Jumbo)
10) Oliver Naesen (AG2R La Mondiale)

E queste le prime posizioni della classifica generale dopo cinque tappe:
1) Thomas De Gendt (Lotto Soudal) 17h 10’ 25”
2) Richie Porte (BMC) +27”
3) Alejandro Valverde (Movistar) +51”
4) Stef Clement (Team LottoNL-Jumbo) +55”
5) Alberto Contador (Trek-Segafredo) +1’ 02”
6) Chris Froome (Team Sky) +1’ 04”
7) Brent Bookwalter (BMC) +1’ 12”
8) Jesús Herrada (Movistar) +1’ 15”
9) Sam Oomen (Team Sunweb) +1’ 17”
10) Diego Ulissi (UAE Team Emirates) +1’ 22”

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail