World League Volley 2017: un’Italia sprecona perde anche con la Russia

Un solo punto per gli azzurri nel weekend di Pau.

Possiamo già archiviare questa World League 2017 come una delle peggiori degli ultimi anni per gli azzurri del volley. Quando manca ancora l’ultimo weekend, l’Italia è praticamente già fuori dai giochi per quanto riguarda la qualificazione alla Final Six che si svolgerà a luglio in Brasile.

I ragazzi di Chicco Blengini hanno perso anche oggi, contro la Russia B, o forse potremmo dire addirittura una Russia C, una sorta di under 23 senza big, che finora ha vinto solo due partite, una, purtroppo, quella di oggi contro l’Italia.

Dal punto di vista tecnico sicuramente gli azzurri avrebbero potuto vincere questo match e anche da tre punti, invece hanno sprecato davvero tanto, troppo, e non hanno saputo approfittare delle debolezze degli avversari che alla fine sono stati nettamente più bravi nel tie-break e hanno meritato la vittoria.

Nel primo set l’Italia è partita bene portandosi al primo time-out tecnico avanti 8-5, ma i russi hanno pareggiato subito e alla seconda pausa obbligatoria erano avanti 15-16. Gli azzurri sono riusciti nuovamente a portarsi in vantaggio, fino al +4 (20-16), ma si sono fatti riprendere sul 22-22 e il finale è stato infuocato. L’Italia ha avuto due primi set-point grazie a un ottimo turno in battuta di Antonov, ma la Russia li ha annullati entrambi e ha ingaggiato una lotta punto a punto che si è conclusa solo sul 33-31 a favore degli azzurri con un muro vincente di Candellaro.

Nel secondo set l’Italia è andata sull’8-7 al primo e sul 16-13 al secondo time-out tecnico, ma ha sprecato il vantaggio, si è fatta riprendere sul 20-20 e poi di nuovo sul 23-23, la Russia ha ottenuto una palla-set e l’ha subito messa a segno con un pallonetto vincente non facendosi distrarre da un time-out discrezionale di Blengini.

Nel terzo set gli azzurri sono riusciti a riscattarsi dominando il parziale per lunghi tratti, portandosi sull’8-6 al primo time-out tecnico e sul 16-8 al secondo. La Russia è riuscita a recuperare gran parte dello svantaggio e sul 23-20 Blengini ha dovuto fermare il gioco, poi al rientro in campo Ricci ha trovato quattro set-point, la Russia ne ha annullato solo uno e l’Italia ha chiuso sul 25-21.

Il quarto set è stata una lotta punto a punto dall’inizio alla fine. L’Italia è arrivata sul +1 al primo time-out tecnico (8-6), la Russia ha fatto lo stesso al secondo (15-16). Gli azzurri hanno trovato il break sul 22-20, i russi hanno chiamato il time-out, poi al rientro in campo sul 23-21, un servizio di Giannelli sembrava vincente, invece il video-challenge ha mostrato che era fuori e così si è passati dal potenziale 24-21 (ossia tre match-point per l’Italia) al 23-22 che ha rinvigorito gli avversari che hanno pareggiato con un ace di Volkov e poi hanno avuto un set-point grazie a un attacco out di Sabbi, un altro attacco out, questa volta di Botto, ha permesso alla Russia di vincere il set 23-25 e allungare il match al tie-break.

Nel tie-break non c’è stata storia perché la Russia si è portata al cambio campo sul +2 e poi ha allungato guadagnando ben sei match-point, solo due annullati dall’Italia prima del 10-15 finale.

Questo dunque il risultato completo:
Italia-Russia 2-3 (33-31, 23-25, 25-21, 23-25, 10-15)

Foto © FIVB

  • shares
  • Mail