Europei Scherma 2017: Errigo oro e Volpi bronzo nel fioretto, Pizzo argento nella spada

Arianna Errigo si conferma campionessa d’Europa: in finale ha battuto la campionessa olimpica.

Altre tre medaglie per l’Italia nella seconda giornata degli Europei di Scherma 2017 in corso a Tbilisi. Proprio come ieri sono tutte di metalli diversi. In pratica, dopo due giorni, gli azzurri hanno già lo stesso numero di medaglie dell’anno scorso a Torun, ma il bottino è già più ricco perché ci sono due ori. Infatti, a quello di ieri di Daniele Garozzo nel fioretto maschile, si è aggiunto oggi quello di Arianna Errigo nel fioretto femminile e con lei sul podio è salita anche Alice Volpi (peraltro fidanzata di Daniele Garozzo) che ha conquistato il bronzo, sua prima medaglia assoluta di livello internazionale (a livello juniores, invece, è stata anche campionessa del mondo). E per completare la bella giornata ecco l’argento di Paolo Pizzo nella spada maschile.

Per quanto riguarda Arianna Errigo, per lei quella di oggi è una conferma, perché anche l’anno scorso è diventata campionessa d’Europa, ma in realtà il successo ottenuto a Tbilisi è ancora più importante, perché è arrivato in finale contro la campionessa olimpica in carica Inna Deriglazova. L’azzurro si è imposta 15-14 affermandosi in rimonta, dopo essere stata a lungo sotto di due stoccate. Proprio Deriglazova aveva battuto in semifinale Alice Volpi per 15-9.

Errigo ha battuto in sequenza la greca Aikaterini Kontochristopoulou per 15-7, la russa Adelina Zagidullina per 15-13, la francese Pauline Ranvier per 15-10, poi in semifinale un’altra transalpina, Ysaora Thibus, per 15-9. Alice Volpi, invece, prima di perdere contro la campionessa olimpica, ha superato la fase a gironi, poi ha battuto l'olandese Eline Rentier per 15-5, la russa Marta Martyanovca per 15-9 e la tedesca Leonie Ebert per 15-7. Le altre due azzurre in gara, Camilla Mancini e Martina Batini, sono state eliminate rispettivamente nel tabellone delle 32 dalla francese Anita Blaze per 15-10 e ai questi di finale per 15-13 proprio da Deriglazova.

Paolo Pizzo ha vinto vinto il suo secondo argento europeo individuale dopo quello di Strasburgo 2014. L’azzurro ha perso solo in finale contro il francese Yannick Borel (che ha bissato il successo dell’anno scorso) per 15-10. Tra l’altro sul podio non è partita la Marsigliese e la delegazione francese ha dovuto cantare l’inno a cappella.
Prima di perdere la finale Pizzo ha battuto lo svedese Christian Gustavsson per 15-10, l’israeliano Grigori Beskin per 15-11, l'ucraino Anatolii Herey per 15-13, il russo Pavel Sukov per 13-9 e poi in semifinale l’altro russo Sergey Khodos per 15-10.

Gli altri spadisti oggi in gara sono stati Enrico Garozzo (fratello di Daniele), che è uscito nel turno dei 64 attuto 15-14 dall’italo-svizzero Michele Niggeler, Andrea Santarelli, anch’egli battuto nel turno dei 64 dal russo Nikita Glazkov per 15-11, e Marco Fichera, che ha perso agli ottavi contro il ceco Jiri Berano per 14-13.

Domani si disputeranno le prime gare a squadre, quella del fioretto maschile e della sciabola femminile. Le casi finali si potranno vedere in diretta tv su RaiSport+HD dalle ore 16:05.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail