Giro di Svizzera 2017: Sagan vince la quinta tappa, Trentin terzo. Caruso ancora leader | Video

Dominio del campione del mondo nella volata finale.

Nella quinta giornata del Giro di Svizzera 2017 è arrivato l’acuto del campione del mondo. Peter Sagan oggi ha vinto dominando la volata finale e staccando di circa due metri il secondo classificato, lo svizzero Michael Albasini dell’Orica-Scott. Lo slovacco è riuscito a imporsi di potenza staccandosi tutti dalla ruota. Al terzo posto si è piazzato Matteo Trentin della Quick-Step Floors, in top-ten troviamo anche Niccolo Bonifazio della Bahrain-Merida quinto, Sacha Modolo dell’UAE Team Emirates settimo e Oscar Gatto dell’Astana ottavo. Damiano Caruso della BMC resta leader della classifica generale.

La frazione odierna da Bex a Cevio, lunga 222 km con sconfinamento in Italia, è cominciata subito con un ritmo alto a causa dei numerosissimi tentativi di allungo, ma ci sono voluti oltre 50 km prima che si formasse la fuga di giornata e che il gruppo acconsentisse a lasciare scappare i battistrada. Protagonisti della fuga sono stati Arman Kamyshev dell’Astana, Benjamin King della Dimension Data, Jelle Wallays della Lotto Soudal, Sam Bewley dell’Orica-Scott, Lars Petter Nordaugh dell’Aqua Blu Sport e Jesper Asselman della Roompot- Nederlandse Loterij.

Il vantaggio massimo dei battistrada è stato di 5’ 45” all’inizio della salita di Simplonstrasse che ha visto Nordaugh transitare per primo al gpm. Lungo e la salita e poi in discesa il gruppo ha notevolmente ridotto il gap, anche perché costretto ad aumentare il ritmo a causa di un attacco di Marco Haller del Team Katusha-Alpecin, poi annullato.

Lungo la seconda salita, quella di Druogno, Kamyshev ha perso terreno rispetto agli altri battistrada ed è stato ripreso dal gruppo che aveva ormai meno di tre minuti di distacco dalla testa della corsa. I cinque fuggitivi rimasti hanno scollinato con 2’ 35” di vantaggio sul plotone che, nel frattempo, ha perso Miguel Ángel López dell’Astana, che dopo una caduta è stato portato in ospedale per accertamenti. Il primo a passare al gpm di Druogno è stato Ben King, ma dopo il gap è sceso notevolmente.

Proprio King, in coppia con Asselman, a una ventina di chilometri dal termine e con un vantaggio ormai ridotto a circa mezzo minuto, ha allungato sugli altri battistrada che nel frattempo sono stati ripresi dal plotone. Anche King e Asselman sono stati ripresi a 3 km dal termine e così la tappa si è risolta con la volata dominata da Peter Sagan.

Peter Sagan Svizzera

Questi i primi dieci al traguardo della quinta tappa, tutti con lo stesso tempo:
1) Peter Sagan (Bora-Hansgrohe) 5h 15’ 50”
2) Michael Albasini (Orica-Scott)
3) Matteo Trentin (Quick-Step Floors)
4) Patrick Bevin (Cannondale-Drapac)
5) Niccolo Bonifazio (Bahrain-Merida)
6) Michael Matthews (Team Sunweb)
7) Sacha Modolo (UAE Team Emirates)
8) Oscar Gatto (Astana)
9) Aaron Gate (Aqua Blue Sport)
10) Owain Doull (Team Sky)

E queste le prime posizioni in classifica generale dopo cinque tappe:
1) Damiano Caruso (BMC) 17h 24’ 24”
2) Steven Kruijswijk (Team LottoNL-Jumbo) +16”
3) Domenico Pozzovivo (AG2R La Mondiale) +25”
4) Simon Spilak (Team Katusha-Alpecin) +25”
5) Marc Soler (Movistar) +32”
6) Mathias Frank (AG2R La Mondiale) +34”
7) Mikel Nieve (Team Sky) +1’ 10”
8) Alberto Rui Costa (UAE Team Emirates) +1’ 11”
9) Valerio Conti (UAE Team Emirates) +1’ 21”
10) Tap Geoghegan Hart (Team Sky) +1’ 38”

Foto © Tour de Suisse

  • shares
  • Mail