Deulofeu riscattato dal Barcellona, ma lui pensa ancora al Milan: "Ero felice"

Aggiornamento - Lo spagnolo Gerard Deulofeu ha parlato oggi pomeriggio con i cronisti, a poche ore dalla sfida degli Europei Under-21 che si appresta a giocare da titolare per la sua Spagna contro il Portogallo. Deulofeu non ha parlato apertamente del riscatto del Barcellona, anche perché per il momento l'operazione non è ancora ufficiale e lui è a tutti gli effetti un giocatore di proprietà dell'Everton.

Deulofeu ha parlato degli ultimi mesi della sua carriera vissuti in Italia, grazie ai quali è riuscito a risollevarsi, ribadendo l'importanza del suo passaggio al Milan dove si sentiva felice: "Sono cambiato molto, come persona e come giocatore. Sono più maturo, più paziente. So cosa fare in ogni momento e che bisogna lasciare il proprio Paese e vivere esperienze in spogliatoi di categoria e con giocatori dai quali imparo, mi aiuta a fare esperienza. Futuro? Voglio conquistare il mondo e continuare a salire. Sono molto contento per il periodo al Milan dove sono stato felice, era quello che cercavo".

Come abbiamo scritto oggi pomeriggio, senza garanzie tecniche il calciatore non resterà al Barcellona. Il Milan, probabilmente, potrà avere la sua chance per riportarlo a casa, forte anche del gradimento da parte del giocatore.

Deulofeu riscattato dal Barcellona: potrebbe comunque partire

Il Barcellona ha preso la sua decisione: prima del 30 giugno riscatterà Deulofeu dall'Everton. Il giocatore è passato due anni fa agli inglesi per 6 milioni di euro, ma nel contratto era prevista una clausola per la recompra fissata a 12 milioni di euro in favore dei catalani. Probabilmente il Barcellona non avrebbe preso questa decisione se il giocatore non si fosse trasferito a gennaio al Milan, dove ha giocato con continuità riuscendo addirittura a rientrare nel giro della nazionale maggiore, con la quale aveva giocato solo una volta tre anni prima.

Il giocatore in Italia si è messo in mostra, dimostrando di poter tornare ad essere protagonista come accadeva nei primi anni della sua carriera, quando era un punto fermo nelle rappresentative giovanili spagnole. L'idea del Barcellona è quella di riportarlo a casa per metterlo a disposizione di Valverde. Realisticamente diventerebbe la prima alternativa al tridente stellare composto da Messi, Neymar e Suarez. Il giocatore sarebbe contento di rientrare a Barcellona, ma non vorrebbe correre il rischio di vivere una stagione ai margini, accontentandosi solo di piccoli spezzoni di partita.

Per questo motivo Deulofeu non ha ancora dato il suo assenso, perché il suo primo obiettivo è giocare e guadagnarsi la convocazione per il prossimo Mondiale. A meno di un cambio di modulo da parte del Barcellona, il giocatore potrebbe dunque finire nuovamente sul mercato. Così dovesse andare, il Milan sarebbe già pronto a farsi avanti per accoglierlo nuovamente. Magari questa volta a titolo definitivo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail