Europei basket femminile 2017: azzurre ko (con polemica) con la Lettonia. Addio Mondiali

Le azzurre potranno giocare solo per il settimo posto.

Il basket femminile in questi ultimi giorni è riuscito ad attirare l’attenzione molto più di quanto abbia mai fatto grazie alle straordinarie prestazioni delle azzurre agli Europei. Dopo essere state eliminate dal Belgio nei quarti di finale, le ragazze di Andrea Capobianco sono entrare nel tabellone per il quinto posto, a caccia della qualificazione ai Mondiali in Spagna 2018 che è riservato alle prime cinque classificate di questi Europei in Repubblica Ceca più la Spagna che è ovviamente qualificata in qualità di Paese ospitante.

Ebbene, oggi, purtroppo, le azzurre hanno perso la possibilità di qualificarsi ai Mondiali perché hanno perso 67-68 contro la Lettonia e ora potranno lottare al massimo per il settimo posto. Un risultato che lascia l’amaro in bocca soprattutto per come è maturato e cioè per un errore arbitrale, un fallo antisportivo fischiato a Cecilia Zandalasini a 8” dalla fine che ha permesso alle lettoni di andare a segno e vincere, un ultimo possesso non dato e dunque la mancata possibilità per le azzurre di recuperare in extremis.

Proprio Cecilia Zandalasini è stata praticamente la migliore dell’Europeo e oggi non è stata da meno con 25 punti e 14 rimbalzi. E proprio le sue lacrime alla fine del match sono diventate l’immagine della delusione e dell’amarezza che il match contro la Lettonia ha lasciato.

La stessa Zandalasini e la sua compagna Giorgia Sottana si sono sfogate sui social network, mentre il ct Capobianco e il presidente della Federbasket Giovanni Petrucci lo hanno fatto pubblicamente. L’allenatore delle azzurre ha detto:

"Abbiamo fatto anche di più, sono orgoglioso di allenare queste ragazze straordinarie, dopo l'infortunio di Macchi si sono superate. Quel che è successo nel finale lo hanno visto tutti. Andare al Mondiale era un sogno, siamo stati davvero molto sfortunati, ma sono orgoglioso di questo gruppo che ha fatto più del massimo"

Petrucci ha aggiunto:

“Quello di oggi è solo l’ultimo di una serie di episodi spiacevoli avvenuti nel corso dell’Europeo. Dalla mancata sanzione a Hollingsworth per la gomitata che è costata la frattura alla mandibola di Chicca Macchi, al fischio prima in nostro favore e poi invertito a pochi secondi dalla fine della partita con la Turchia. Quello che è successo oggi poi è sotto gli occhi di tutti. Non so se stanotte l’arbitro che ha fischiato il fallo antisportivo a Cecilia Zandalasini nel finale di gara dormirà tranquillo. È un Mondiale che meritavamo per quanto abbiamo fatto vedere in campo. Voglio ringraziare le giocatrici e lo staff, in questi giorni mi hanno emozionato”

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail