Tour de France 2017: Démare vince la quarta tappa, ma che cadute! | Video e classifiche

Tappa noiosa, ma negli ultimi 3 km è successo di tutto.

Aggiornamento ore 20:00 - In seguito al ricorso della Dimension Data, la giuria ha deciso di squalificare Peter Sagan. Per i dettagli cliccate nel box qui sotto

Aggiornamento ore 18:01 - La giuria ha deciso di punire Peter Sagan declassandolo alla posizione numero 153 della classifica di tappa, ossia ultimo del primo gruppo arrivato al traguardo, e ha avuto anche 30" di penalità in classifica generale.

Quindi la classifica della quarta tappa ora è questa:
1) Arnaud Démare (Fra) FDJ 04h 53’ 54”
2) Alexander Kristoff (Nor) Katusha-Alpecin s.t.
3) André Greipel (Ger) Lotto Soudal s.t.
4) Nacer Bouhanni (Fra) Cofidis, Solutions Credits s.t.
5) Adrien Petit (Fra) Direct Energie s.t.
6) Jurgen Roelandts (Bel) Lotto Soudal +7”
7) Michael Matthews (Aus) Team Sunweb +7”
8) Manuele Mori (Ita) UAE Team Emirates +10”
9) Tiesj Benoot (Bel) Lotto Soudal +10”
10) Zdenek Stybar (Quick-Step Floors) +10"

Aggiornamento ore 17:13 - Tutto quello che non è successo per 205 km è successo negli ultimi due. La quarta tappa del Tour de France 2017 è stata incredibilmente noiosa, con un uomo da solo in fuga per 185 km e la certezza, per tutto il tempo, che la tappa si sarebbe conclusa con una volata. Negli ultimi tre chilometri ci sono state due cadute, nella prima è stata coinvolta la Maglia Gialla Geraint Thomas con gran parte della sua squadra, il Team Sky, in quella successiva, a pochi metri dal traguardo, sono rimasti coinvolti alcuni dei velocisti che avrebbero dovuto lottare nel finale, tra di loro anche Mark Cavendish della Dimension Data, stretto alle transenne da Peter Sagan della Bora-Hansgrohe (ma la colpa non dovrebbe essere dello slovacco), John Degenkolb della Trek-Segafredo e Ben Swift dell’UAE Team Emirates. La vittoria è andata ad Arnaud Démare della FDJ, che indossa la maglia di campione di Francia e dunque per lui è una vittoria doppiamente bella. Il francese ha poi ringraziato i suoi compagni, soprattutto i due italiani Jacopo Guarnieri e Davide Cimolai, gli ultimi uomini del suo treno. Per Démare è la prima vittoria in un grande giro. Era dal 4 luglio del 1986 che un francese non vinceva una tappa in volata.

La fuga di giornata oggi è partita al km 7, ma è stata animata da un solo uomo, Guillaume Van Keirsbulck, belga della Wanty-Groupe Gobert, il suo vantaggio massimo è stato di 13 minuti, ma per il gruppo non è stato difficile riprenderlo e il ricongiungimento è avvenuto inesorabilmente ai -16 km. Per lui 185 km di fuga e, ovviamente, il numero rosso che potrà indossare domani in quanto corridore più combattivo della giornata.

Peter Sagan è andato a scusarsi con Mark Cavendish subito dopo l'arrivo. Il britannico è poi andato in ospedale per accertamenti.

Arnaud Démare ha vinto la quarta tappa del Tour de France 2017

Questi i primi dieci oggi al traguardo:
1) Arnaud Démare (Fra) FDJ 04h 53’ 54”
2) Peter Sagan (Svk) Bora-Hansgrohe s.t.
3) Alexander Kristoff (Nor) Katusha-Alpecin s.t.
4) André Greipel (Ger) Lotto Soudal s.t.
5) Nacer Bouhanni (Fra) Cofidis, Solutions Credits s.t.
6) Adrien Petit (Fra) Direct Energie s.t.
7) Jurgen Roelandts (Bel) Lotto Soudal +7”
8) Michael Matthews (Aus) Team Sunweb +7”
9) Manuele Mori (Ita) UAE Team Emirates +10”
10) Tiesj Benoot (Bel) Lotto Soudal +10”

Queste sono le prime posizioni della classifica generale dopo quattro tappe:
1) Geraint Thomas (GBr) Team Sky 14h 54’ 25”
2) Peter Sagan (Svk) Bora-Hansgrohe +7”
3) Christopher Froome (GBr) Team Sky +12”
4) Michael Matthews (Aus) Team Sunweb +12”
5) Edvald Boasson Hagen (Nor) Dimension Data +16”
6) Pierre Latour (Fra) AG2R La Mondiale +25”
7) Philippe Gilbert (Bel) Quick-Step Floors +30”
8) Michal Kwiatkowski (Pol) Team Sky +32”
9) Tim Wellens (Bel) Lotto Soudal +32”
10) Arnaud Démare (Fra) FDJ +33”

La quarta tappa Mondorf-les-Bains - Vittel


Il Tour de France 2017 vivrà oggi un’altra tappa di una lunghezza sopra i 200 km, per la precisione 207,5 km da Mondorf-les-Bains a Vittel, con arrivo sostanzialmente per ruote veloci.

Si parte qualche minuto dopo mezzogiorno e si arriva dopo le 17. I primissimi chilometri sono in territorio lussemburghese, tutto il resto il Francia. Il percorso non presenta particolari difficoltà e c’è tutto il terreno per agevolare la partenza di una fuga che può anche guadagnare un discreto vantaggio, ma allo stesso tempo anche il gruppo, se tiene sotto controllo il gap, non dovrebbe avere problemi a riprendere i fuggitivi e a concludere con una volata.

Nella prima parte del percorso c’è un piccolo strappo a Saint-Privat-La-Montagne, ma non è nemmeno classificato come gran premio della montagna, mentre l’unico gpm di oggi è il Col de Trois Fontaines al km 170,5, di quarta categoria, lungo solo 1,9 km con una pendenza media del 7,4%. È dunque posto ai -37 km ed è dunque difficile che possa incidere sulla corsa, ma potrebbe essere il punto in cui riprendere o comunque avvicinare notevolmente i fuggitivi.

I favoriti sono ovviamente i velocisti, a partire da Marcel Kittel della Quick-Step Floors, che ha vinto la seconda tappa, poi ovviamente André Greipel della Lotto-Soudal, Arnaud Démare della FDJ, Nacer Bouhanni della Cofidis, Mark Cavendish della Dimension Data, Dylan Groenewegen della LottoNL-Jumbo, Alexander Kristoff della Katusha-Alpecin e poi ancora John Degenkolb della Trek-Segafredo, Peter Sagan della Bora-Hansgrohe che potrebbe tentare il bis dopo il trionfo di ieri, Ben Swift dell’UAE Team Emirates. Tra gli italiani da tenere d’occhio ci sono Sonny Colbrelli della Bahrain-Merida, Alberto Bettiol della Cannondale-Drapac e Andrea Pasqualino della Wanty-Groupe Gobert.

La tappa si può guardare in diretta tv su Eurosport fin dalla partenza, su RaiSport dalle 13:45 e su Raitre dalle ore 15 e in contemporanea in streaming tramite il sito web di RaiSport ed Eurosport Player.

Tour de France 2017: altimetria e planimetria della quarta tappa Mondorf-les-Bains - Vittel


  • shares
  • Mail