Vuelta 2017: Miguel Ángel López vince la tappa 11 davanti a Froome e Nibali | Video

Squalo scatenato, ora è secondo in classifica generale.

Aggiornamento ore 17:35 - Miguel Ángel López ha vinto l’undicesima tappa della Vuelta da Lorca all’Observatorio Astronómico de Calar Alto, arrivo su salita di prima categoria. La lotta finale è stata piuttosto accesa e il colombiano dell’Astana l’ha spuntata su due pezzi da novanta come Chris Froome, la Maglia Rossa, e Vincenzo Nibali.

Lo Squalo della Bahrain-Merida anche oggi ha attaccato più volte, alla fine è arrivato con il britannico del Team Sky, che lo ha anche superato sul traguardo per gli abbuoni, ma il siciliano ha guadagnato su tutti gli altri rivali (e lo stesso vale ovviamente per Froome) e ora è secondo in classifica a 1’ 19” dalla Maglia Rossa, mentre Esteban Chaves dell’Orica Scott è slittato a 2’ 33” da Froome.

Tra le vittime della tappa di oggi ci sono Fabio Aru, che ora è sempre settimo, ma a +2’ 57”, e soprattutto Nicolas Roche della BMC, che ieri aveva guadagnato 30” su tutti ed era secondo con Chaves a 36” da Froome e oggi, invece, è scivolato all’11° posto a +4’ 45”, evidentemente pagando lo sforzo di ieri.

La fuga odierna è stata animata da Bob Jungels (Quick Step Floors), Alessandro De Marchi (BMC), Antonio Pedrero (Movistar), Lennard Hofstede (Sunweb), Romain Bardet (AG2R La Mondiale), Simon Clarke (Cannondale-Drapac), Antwan Tolhoek (LottoNL-Jumbo), Matej Mohoric (UAE Team Emirates), Sander Armée (Lotto-Soudal), Giovanni Visconti (Bahrain-Merida), Igor Antón (Dimension Data), David Arroyo (Caja Rural-Seguros RGA), Conor Dunne (Aqua Blue Sport) e Aldemar Reyes (Manzana-Postobón), che hanno avuto un vantaggio massimo di 4’ 45” a 95 km dal termine, ma sono stati poi via via ripresi tutti grazie al lavoro del Team Sky e dell’Orica-Scott.

Tra i battistrada l’ultimo a mollare è stato Bardet ed è poi cominciata la lotta tra i migliori della classifica con Froome e Nibali che si sono confermati i migliori e hanno lottato fino alla fine con López.

Miguel Angel Lopez

Qui di seguito i primi oggi al traguardo.
Primi tappa 11 Vuelta 2017

E queste le prime posizioni della classifica generale:
Classifica generale dopo 11 tappe della Vuelta 2017

Vuelta 2017: presentazione dell'11a tappa


C’è un arrivo in salita molto interessante oggi nell’undicesima tappa della Vuelta 2017, lunga in totale 187,5 km, con un finale caratterizzato da due gran premi della montagna di prima categoria da affrontare in sequenza.

La prima tappa del percorso non presenta particolari difficoltà altimetriche, poi, gli ultimi 50 km circa, diventano estremamente movimentati. Troviamo infatti prima l’Alto de Velefique, al km 157,2, una salita lunga 13,2 km con una pendenza media dell’8,6%, dopo la discesa si risale subito verso l’arrivo all’Observatorio Astronómico de Calar Alto e dunque gli ultimi 15,5 km di corsa avranno una pendenza media del 5,9%, ma con picchi del 10% proprio nel finale.

La tappa oggi parte alle 12:15 da Lorca e alle 12:28 dal km zero. C’è uno sprint intermedio al km 103,4, a Sorbas, poco dopo il rifornimento fisso. Anche oggi c’è il terreno per una fuga, a meno che Chris Froome non voglia concedere il bis e puntare alla vittoria di tappa.

Di certo la Maglia Rossa può far prevalere la propria superiorità in salita per aumentare il distacco dai primi inseguitori, che sono Esteban Chaves dell’Orica Scott e Nicolas Roche della BMC, entrambi a +36”, mentre Vincenzo Nibali della Bahrain-Merida è quarto a +1’ 17” e, come ieri, potrebbe provare ad attaccare lungo la discesa dall’Alto de Velefique, prima della salita finale.

La corsa si può vedere in diretta tv su Eurosport dalle 15 e in streaming tramite Eurosport Player e SkyGo, ma ovviamente occorre avere l’abbonamento.

Vuelta 2017, tappa 11: percorso e altimetria


© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail