Bici rubate: un mercato da 100 milioni di euro l’anno

Nel nostro paese centinaia di migliaia di denunce ogni anno

antifurto.jpg

Secondo le stime delle associazioni italiane dei ciclisti il giro d’affari dei furti di biciclette ammonterebbe a 100 milioni di euro l’anno. I ladri di bicicletta agiscono di notte e di giorno, nei centri cittadini come in periferia. Nel 2012 i casi di furto registrati furono 320mila per un valore di 86 milioni di euro, oggi si stima che siano aumentati del 20% superando così i 100 milioni di euro di “bottino”.

In un’interessante approfondimento di Giuseppe Baldessarro su Repubblica viene segnalato un aumento della percentuale di mezzi in circolazione derubati dal 2,5% al 3,8%.

La parte più colpita è il Nordest visto che in regioni come Veneto ed Emilia Romagna la bicicletta è prima di tutto un mezzo di trasporto.

A far aumentare i furti è l’aumento della domanda: le bici rubate vengono vendute al mercato nero a 30-40 euro, mentre per una bicicletta da passeggio si spendono almeno 150 euro.

Come contrastare i furti? Acquistando degli antifurti inviolabili o quasi. Qui ne trovate alcuni modelli, il consiglio è acquistare un sistema di blocco a U, specialmente se si lascia la bicicletta incustodita a lungo.

Quando vincolate la vostra bicicletta a un palo o a una rastrelliera ricordatevi sempre di “abbracciare” oltre alla ruota posteriore anche il tubo verticale del telaio. Se poi avete un cavo supplementare con cui vincolare anche la ruota anteriore meglio ancora!

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail