Giro d’Italia 2018: Papa Francesco invitato a dare il via da Gerusalemme

La Corsa Rosa parte il 4 maggio 2018.

Mentre siamo ancora in trepidante attesa per scoprire il percorso del Giro d’Italia 2018, che sarà svelato quest’anno con incredibile ritardo, il 29 novembre, giunge una notizia davvero particolare: il 4 maggio a dare il via all’edizione numero 101 della Corsa Rosa potrebbe esserci addirittura Papa Francesco.

La Gazzetta dello Sport, edita da RCS Sport che organizza il Giro e tutte le più importanti corse italiane, oggi ha infatti diffuso la notizia che il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha ufficialmente invitato il Pontefice a Gerusalemme il giorno della partenza del Giro.

L’invito è stato consegnato al Papa da Sylvan Adams, che è il presidente onorario del Comitato che cura la Grande Partenza del Giro da Israele. Ricordiamo infatti che lì si svolgeranno le prime tre tappe, il 4, 5 e 6 maggio, si svolgeranno proprio a Israele: la prima è una crono individuale di 10,1 km a Gerusalemme, la seconda è una tappa di 167 km da Haifa a Tel Aviv e la terza è una frazione da 226 km da Be’Er Sheva a Eilat.

Che cosa farà Papa Francesco? Avrà già preso impegni per quel giorno o accetterà l’invito di Netanyahu? Di certo la sua presenza sarebbe storica, sia per il Paese che ospita la Grande Partenza (anche se ci è già stato nel 2014), sia per il messaggio di incontro tra religioni, sia per lo sport, perché il Giro potrebbe vantare un avvio davvero d’eccezione.

Tra l’altro, anche se non è stato ancora ufficializzato nulla circa l’arrivo del Giro 101, è sempre più probabile che sia posto nella Capitale, a Roma, e dunque la presenza del Papa alla partenza e l’arrivo nella città di cui è vescovo sarebbe la chiusura di un cerchio.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail