Maratona di New York 2017: vittorie di Shalane Flanagan e Geoffrey Kamworor. Brava Sara Dossena, sesta

Tra gli uomini doppietta keniana.

È stata una bella gara, ricca di sorprese la Maratona di New York 2017 dei runners élite. Soprattutto al femminile abbiamo assistito al trionfo dell’americana Shalane Flanagan in 2h 26’ 53” davanti alla keniana Mary Keitany che ha tardato un minuto e un secondo (2h 27’ 54”) e ha così visto sfumare il suo sogno di vincere questa corsa per quattro volte consecutive. La regina è stata spodestata dall’americana, mentre al terzo posto si è piazzata l’etiope Mamitu Daska in 2h 28’ 08”.

Per quanto riguarda l’Italia, c’è stata la splendida prova di Sara Dossena, al suo esordio nella maratona, che ha ottenuto un prestigioso sesto posto in 2h 29’ 39”. Questo risultato dovrebbe essere per lei il trampolino di lancio nel mondo della maratona, cui probabilmente d’ora in poi si dedicherà con continuità.

Il crono che ha ottenuto oggi è il secondo italiano di questa stagione dopo quello di 2h 28’ 34” di Catherne Bertone a Francoforte e davanti al crono di 2h 29’ 58” ottenuto da Anna Incerti a Milano.

Nella corsa maschile c’è stata la doppietta keniana con Geoffrey Kamworor che ha vinto in 2h 10’ 53” davanti al suo connazionale Wilson Kipsang, ex primatista del mondo, che ha tardato solo tre secondi in più (2h 10’ 56”), mentre sul terzo gradino del podio si è piazzato l’etiope Lelisa Desisa (2h 11’ 32”). Kipsang ha provato in volata a superare Kamworor, ma non ci è riuscito.

Nelle gare de diversamente abili doppio trionfo svizzero nelle gare in wheelchair: tra le donne ha vinto Manuela Schär con un tempo di 1h 48’ 09”, tra gli uomini si è imposto Marcel Hug in 1h 37’ 21”. Nelle gare di handbike il francese Ludovic Narce ha vinto tra gli uomini in 1h 28’ 48” e tra le donne la neozelandese Tiffeney Perry in 1’ 54’ 09”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail