Mondiali di Scherma Paralimpica 2017: Italia oro a squadre nel fioretto femminile e sciabola maschile. Russo e Nora di bronzo

Giornata straordinaria per gli azzurri all’Hilton Rome Airport Hotel di Roma Fiumicino.

Quattro medaglie in un solo giorno, due d’oro e due di bronzo per l’Italia ai Mondiali di Scherma Paralimpica che si concluderanno domani all’Hilton Rome Airport Hotel di Roma Fiumicino.

Oggi il trionfo è stato delle squadre di fioretto femminile e sciabola maschile. Bebe Vio, Loredana Trigilia e Andreea Mogos, bronzo alle Paralimpiadi di Rio 2016, oggi sono finalmente riuscite a salire sul gradino più alto del podio in una gara a cui proprio Bebe Vio, prima dell’inizio della competizione, diceva di tenere anche di più della prova individuale (che ha vinto alla grande). Le ragazze azzurre oggi hanno vinto prima la semifinale con Hong Kong per 45-39 e poi si sono imposte nettamente in finale contro la Russia per 45-23. Il bronzo è andato all’Ungheria che ha battuto Hong Kong per 45-39.

Stupendo titolo iridato anche per i ragazzi della sciabola, Alessio Sarri, Alberto Pellegrini, Marco Cima ed Edoardo Giordan, che hanno esordito ai quarti contro la Polonia, vincendo per 45-32, poi si sono imposti in semifinale sulla Grecia per 45-38 e infine hanno fatto fuori la Russia per 45-40 nella finale per l’oro. Il bronzo è andato all’Ucraina che ha vinto contro la Grecia per 45-40 la finalina per il terzo posto.

L’Italia è andata a medaglia anche nelle altre due gare del giorno, quelle individuali di spada femminile e fioretto maschile categoria C. Tra le donne Consuelo Nora, già bronzo nel fioretto, si è piazzata al terzo posto anche nella spada dopo aver perso in semifinale con la russa Ksenia Ovsyannikova proprio come nella gara del fioretto. E tra l’altro anche in questo caso Ksenia in finale se l’è vista con la tedesca Ulrike Lotz-Lange e l’ha battuta 15-8. In pratica tra fioretto e spada cambia solo il secondo bronzo, che in questo caso è andato all’altra russa Gladilina.

Per quanto riguarda le altre azzurre impegnate nella gara di spada, sia Annamaria Soldera, sia Monia Bolognini sono uscite ai quarti di finale eliminate rispettivamente dalle due finaliste Lotz-Lange per 15-1 e Ovsyannikova per 15-5.

Nel fioretto maschile William Russo ha vinto il bronzo perdendo solo in semifinale contro il russo Alexander Logutenko che si è poi laureato campione del mondo battendo in finale il coreano Park per 15-13. L’altro bronzo è andato all’ucraino Shavkun. Nella stessa gara Claudio Radicello non ha superato la fase a gironi e Martino Seravalli è uscito ai quarti contro Logutenko (15-3).

Mondiali di Scherma Paralimpica Roma 2017: le medaglie dell’11 novembre


Alessio Sarri, Alberto Pellegrini, Marco Cima ed Edoardo Giordan (sciabola maschile)

Fioretto femminile - Gara a squadre
Oro: ITALIA
Argento: Russia
Bronzo: Ungheria

Sciabola maschile - Gara a squadre
Oro: ITALIA
Argento: Russia
Bronzo: Ucraina

Spada femminile Categoria C
Oro: Ovsyannikova (Rus)
Argento: Lotz-Lange (Ger)
Bronzo: Nora (ITA) e Gladilina (Rus)

Fioretto maschile Categoria C
Oro: Logutenko (Rus)
Argento: Park (Kor)
Bronzo: Russo (ITA) e Shavkun (Ukr)

Foto © Bizzi/Federscherma

  • shares
  • Mail