Grand Prix di Spada a Doha: argento per Navarria, bronzo per Pizzo e Santarelli

Tre medaglia per gli azzurri in Qatar.

Il Grand Prix di spada a Doha, in Qatar, porta all’Italia ben tre medaglie, una al femminile e due al maschile. Stiamo parlando dell’argento di Mara Navarria e i bronzi di Paolo Pizzo e Andrea Santarelli. A osservare le convincenti prove degli azzurri c’era anche l’ambasciatore italiano in Qatar Pasquale Salzano.

Per quanto riguarda la prova femminile Mara Navarria ha perso soltanto contro la romena Ana Popescu (argento a Pechino 20008) in finale per 10-6 dopo aver eliminato in sequenza la kazaka Assel Alibekova per 15-10, la spagnola Dora Kiskapusi per 15-11, la giapponese Ayaka Shimookawa per 15-8, l'ucraina Olena Kryvytska per 15-11 e, in semifinale, la sudcoreana Choi Injenong per 15-10.

Tra le altre azzurre si è distinta Giulia Rizzi che è arrivato fino ai quarti di finale e ha perso 15-6 contro Choi Injenong. Rossella Fiamingo, invece, si è fermata agli ottavi, battuta 15-7 da Ana Popescu, poi vincitrice dell’oro, mentre nel secondo turno Alberta Santuccio è stata fatta fuori dalla campionessa olimpica in carica, l’ungherese Emese Szasz per 15-9. Nel primo turno sono state eliminate Nicol Foietta, ko 15-10 contro la cubana Rodriguez Quesada, Brenda Briasco, sconfitta 15-13 dalla cinese Zu Chengzi, e Alice Clerici, battuta 15-10 dalla tedesca Alexandra Ndolo. Non hanno superato le qualificazioni Marta Ferrari, Luisa Tesserin, Francesca Boscarelli e Roberta Marzani.

Pizzo, Navarria e Santarelli con ambasciatore a Doha - Grand Prix Spada

Nella prova maschile Paolo Pizzo e Andrea Santarelli si sono entrambi fermati in semifinale, battuti entrambi da due sudcoreani, rispettivamente per 15-13 dal campione olimpico Park Sangyoung e da Jinsun Jung per 15-14. Jinsun Jung ha eliminato anche un altro azzurro, Enrico Garozzo, per 15-14 nei quarti di finale. La finale è stata equilibratissima, finita 3-3 con la vittoria di Park Sangyoung per priorità.

Paolo Pizzo, campione del mondo in carica, ha superato in sequenza il polacco Karol Kostka per 15-12, lo svizzero Bruce Brunold per 15-10, il giapponese Kazuyasu Minobe per 15-11 e l'ucraino Bogdan Nikishin per 15-14, prima di perdere contro Sangyoung. Andrea Santarelli, invece, ha eliminato lo svizzero Benjamin Steffen per 15-11, il russo Vadim Anokhin per 15-9, il francese Ronan Gustin per 15-14 e l'ucraino Volodymyr Stankevych per 15-13, prima di uscire contro Jinsun Jung.

Oltre a Garozzo, fuori ai quarti, tra gli altri spadisti azzurri abbiamo visto Marco Fichera e Valerio Cuomo eliminati agli ottavi rispettivamente da Park Sangyoung per 15-14 e dallo svizzero Max Heinzer per 15-14, mentre Edoardo Munzone e Federico Vismara sono usciti al secondo turno, quando Munzone è stato battuto 15-8 dal francese Gustin e Vismara da Jung Jinsun per 15-12. Al primo turno sono stati eliminati Andrea Vallosio per 15-9 dall’argentino Lugones Ruggeri, Lorenzo Buzzi per 15-13 dal francese Fava, Gabriele Cimini per 15-11 da Vismara. Lorenzo Bruttini e Andrea Russo non hanno superato il turno preliminare.

Foto © FIE

  • shares
  • Mail