Video, Tour de France 2018, tappa 12: Thomas trionfa sull'Alpe d'Huez

La Maglia Gialla Geraint Thomas del Team Sky ha vinto la dodicesima tappa da 175,5 km da Bourg-Saint-Maurice Les Arcs alla mitica scalata dell'Alpe d'Huez. Seconda vittoria consecutiva per il gallese che oggi si è piazzato nella volatina finale davanti a Tom Dumoulin (Team Sunweb) e Romain Bardet (AG2R La Mondiale).

La prima parte della tappa è stata animata da una fuga di 28 uomini: Kruijswijk e Gesink della Lotto NL, Valverde e Amador della Movistar, Zakarin della Katusha, Nieve della Mitchelton, Pauwels della Dimension Data, Latour della Ag2r, Barguil e Moinard e Gesbert della Fortuneo, Majka, Postlberger e Muhlberger della Bora, Mollema della Trek, Van Garderen della BMC, Alaphilippe della Quick Step, Gorka Izagirre della Bahrain, Rolland e Martinez della EF, Gaudu della Groupama, Minnard della Wanty, Ten Dam della Sunweb, Edet, Perez e Navarro della Cofidis, Sicard della Direct Energie, Hansen dell'Astana.

Sulla Madeleine Alaphilippe ha conquistato punti per la sua Maglia a Pois e in discesa ha allungato con Muhlberger, ma i due sono poi stati ripresi. Rolland ha attaccato in vista della salita Lacets de Montvernier aggiudicandosi il gpm davanti ad Alaphilippe e poi anche il traguardo volante. Intanto Valverde, Kruijswijk, Latour e Gesink hanno cominciato la loro caccia a Rolland e a loro si sono uniti in seguito anche altri uomini. Kruijswijk ha poi attaccato da solo ed è stato a lungo in fuga in solitaria, con oltre cinque minuti di vantaggio sul gruppo della Maglia Gialla.

Kruijswijk ha cominciato la salita dell'Alpe d'Huez con 4' 20" di vantaggioso caso a 3' 30" ai -10 km. Lungo la salita finale il primo big ad attaccare, a circa 9 km dal termine, è stato Vincenzo Nibali della Bahrain-Merida, ma quando si è reso conto di non aver creato un gap consistente si è rialzato. Ci ha allora provato Nairo Quintana della Movistar, ma, come per Nibali, Bernal ha chiuso il buco. È stata in seguito la volta di Landa e Bardet, ma il primo è stato subito ripreso, mentre il secondo è riuscito a ottenere un distacco di alcuni secondi, mentre Quintana è andato in crisi.

Ai -4 km Froome è riuscito ad attaccare, nonostante il pubblico oggi particolarmente fastidioso, e nel frattempo è caduto Vincenzo Nibali. Froome è stato raggiunto da Thomas, Dumoulin e Landa e insieme hanno trovato Bardet. A un certo punto i quattro si sono quasi fermati, evidentemente per aspettare Nibali, che si è rimesso in sella. È stato Bardet a rompere il patto e poi è stato raggiunto da Froome e dagli altri tre.

Ai -2,1 km ha attaccato Dumoulin, seguito solo da Thomas, mentre Nibali veniva segnalato a 35". Alla fine il gruppetto di big si è ricompattato e ha ripreso Kruijswijk e tra di loro Thomas ha vinto la volata finale, mentre Nibali ha chiuso con soli 13" di ritardo.

Geraint Thomas Alpe d'Huez Tour de France 2018

Questi i primi dieci al traguardo della 12a tappa:
1) Geraint Thomas (Team Sky) 5h 18' 37"
2) Tom Dumoulin (Team Sunweb) +2"
3) Romain Bardet (AG2R La Mondiale) +3"
4) Chris Froome (Team Sky) +4"
5) Mikel Landa (Movistar) +7"
6) Primoz Roglic (Team LottoNL-Jumbo) +13"
7) Vincenzo Nibali (Bahrain-Merida) +13"
8) Jakob Fuglsang (Astana) +42"
9) Nairo Quintana (Movistar) +47"
10) Steven Kruijswijk (Team LottoNL-Jumbo) +53"

Queste le prime posizioni della classifica generale dopo 12 tappe:
1) Geraint Thomas (Team Sky) 49h 24' 43"
2) Chris Froome (Team Sky) +1' 39"
3) Tom Dumoulin (Team Sunweb) +1' 50"
4) Vincenzo Nibali (Bahrain Merida) +2' 37"
5) Primoz Roglic (Team LottoNL-Jumbo) +2' 46"
6) Romain Bardet (AG2R La Mondiale) +3' 07"
7) Mikel Landa (Movistar) +3' 13"
8) Steven Kruijswijk (Team LottoNL-Jumbo) +3' 43"
9) Nairo Quintana (Movistar) +4' 13"
10) Daniel Martin (UAE Team Emirates) +5' 11"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail