Scherma, Mara Navarria campionessa del mondo di spada a Wuxi 2018

Prima medaglia per gli azzurri.

Mondiali scherma Mara Navarria oro spada

Ai Mondiali di Scherma in corso a Wuxi è arrivata la prima medaglia per l'Italia ed è d'oro: l'ha conquistata Mara Navarria nella spada femminile. Per lei è il primo successo iridato e arriva al culmine di una brillante carriera.

Friulana, classe 1985, Mara Navarria si è imposta in finale contro la vice campionessa olimpica di Pechino 2008, la romena Ana Maria Popescu. L'azzurra, dopo un inizio in sordina, ha rimontato fino a chiudere sul 13-9 e a conquistare il primo gradino del podio. Al termine dell'assalto finale ha detto:

"Era una promessa che avevo fatto al mio ex maestro Oleg Pouzanov e lui da lassù so che sta sorridendo. Questa medaglia non è solo mia. È di mio marito e di mio figlio Samuele, cosi come del mio maestro Roberto Cirillo e dello staff della Nazionale, la mia seconda famiglia. È di tutti coloro che lavorano con me. È un cammino lungo e adesso voglio godermi questa emozione fortissima. È il miglior regalo di compleanno che potessi augurarmi. Ora si pensa alla gara a squadre e poi a festeggiare a casa mia a Carlino con tutta la mia famiglia e con tutte le persone che salgono con me stasera sul podio"

Mara Navarria, infatti, ha festeggiato il suo 33° compleanno proprio pochi giorni fa, il 18 luglio. Negli assalti che hanno preceduto la finale ha vinto per 15-9 contro l'ungherese Anna Kun, poi per 15-11 sulla francese Auriane Mallo, per 15-9 contro l'americana Katharine Holmes, poi per 15-9 ai quarti di finale contro la campionessa d'Europa in carica, l'estone Katrina Lehis e per 15-8 in semifinale contro la svizzera Laura Staehli.

Oggi si sono svolte anche le gare di sciabola maschile e i migliori tra gli azzurri sono stati Luigi Samele, Enrico Berrè e Luca Curatoli, che si sono fermati tutti alle porte dei quarti di finale. Proveranno a riscattarsi nella prova a squadre.

Domani sarà la volta della spada maschile e del fioretto femminile, altra disciplina da cui l'Italia si aspetta buoni risultati.

Foto © Bizzi/Federscherma

  • shares
  • Mail