Il Sunday Times chiede 1,2 milioni di risarcimento ad Armstrong

Il 2012 nerissimo di Lance Armstrong si chiude con una notizia boomerang proveniente dall'Inghilterra. Nel 2006 l'ex ciclista americano ottenne un risarcimento di 360mila euro dalla rivista britannica "The Sunday Times" dopo che lo aveva diffamato, essendo tra i primi giornali a lanciare pesanti accuse di doping. Ora il settimanale vorrebbe indietro la cifra "con gli interessi". E' infatti arrivata la richiesta di danni per 1,2 milioni di euro da parte del Sunday Times. Si tratta di una vendetta legale favorita dalla revoca dei sette Tour de France decisa dall'Unione Ciclistica Internazionale il 22 ottobre 2012 in seguito ad un'inchiesta condotta dall'United States Anti-Doping Agency, che ha accertato il sistematico utilizzo di pratiche dopanti da parte di Armstrong e della sua squadra, l'US Postal.

Le squalifiche di Usada e Wada hanno quindi indotto il giornale britannico a motivare la richiesta di risarcimento: "E’ evidente che il procedimento non aveva alcun fondamento ed è stato fraudolento. Le sue affermazioni secondo cui non aveva mai preso sostanze dopanti erano deliberatamente false". La cifra di 1,2 milioni di euro è stata giustificata come la somma di quei 360mila più gli interessi maturati nei sei anni successivi e le spese processuali.

Il triste declino dell'ex campione, nell'immaginario collettivo, appare inesorabile. L’Università statunitense Tufts, in Massachusetts, ha deciso un mese fa, infatti, di ritirare la laurea ad honorem conferita al ciclista nel 2006. La decisione è stata presa all’unanimità dal consiglio di amministrazione dell’ateneo. Nello stesso periodo la Fondazione Livestrong, impegnata nella lotta contro il cancro, ha deciso di rinunciare al nome “Lance Armstrong”. Il presidente della fondazione e il consiglio di amministrazione, inoltre, hanno anche voluto rassegnare le dimissioni. E infine, sconfinando nell'ambito folcloristico, l’effigie di Lance Armstrong, che si trova a Edenbrigde, nel sud dell’Inghilterra, è stata data alle fiamme durante un festival locale.

  • shares
  • Mail