Tour de France 2019, tappa 11: vittoria al fotofinish di Caleb Ewan, Viviani terzo

Frazione da 167 km da Albi a Tolosa.

Caleb Ewan della Lotto Soudal ha vinto in volata l'undicesima tappa del Tour de France 2019 da Albi a Tolosa, lunga 167 km. È la tappa che segna il giro di boa nella corsa alla Maglia Gialla, visto che i corridori ora hanno undici tappe alle spalle e dieci ancora da fare. Questa frazione è giunta proprio dopo il primo giorno di riposo nella Grande Boucle ed è stata meno impegnativa delle precedenti, sia per la lunghezza, sia per l'altimetria, visto che presentava solo due gran premi della montagna, uno di terza e uno di quarta categoria, entrambi nella prima metà del percorso.

I protagonisti della fuga di oggi sono stati Anthony Perez e Stéphane Rossetto (Cofidis, Solutions Crédits), Lilian Calmejane (Total Direct Energie) e Aimé De Gendt (Wanty Gobert), che però non hanno mai avuto un vantaggio troppo consistente, in quanto il gruppo ha cercato di contenere il distacco entro i tre minuti. A una decina di chilometri dal termine, quando il gap si era ridotto a una quarantina di secondi, Aimé De Gendt è andato via da solo, per guadagnarsi almeno il numero rosso del più combattivo di giornata (e un premio di 2mila euro). Ai -7km il gruppo ha ripreso gli altri tre fuggitivi, lasciando davanti solo De Gendt, ripreso poi ai -4,5 km.

Tuttavia anche oggi non sono mancate le sorprese e le insidie: c'è infatti stata una caduta in gruppo che ha coinvolto tra gli altri Richie Porte e Giulio Ciccone (Trek Segafredo), Nairo Quintana (Movistar) e Nicki Terpstra (Total Direct Energie), quest'ultimo poi costretto al ritiro. Ciccone è arrivato al traguardo con oltre undicimila minuti di ritardo dopo aver preso una brutta botta a un ginocchio. Jens Keukeleire della Lotto Soudal è stato spinto in un fossato da un corridore della CCC.

Dopo che il gruppo ha ripreso Aimé De Gendt sono cominciate le operazioni delle squadre dei velocisti, che hanno creato i trenini per i loro capitani. La volata vera e propria è partita negli ultimi 200 metri e si è conclusa con l'arrivo al fotofinish che ha infine premiato Caleb Ewan davanti a Dylan Groenewegen del Team Jumbo-Visma, vincitore della settima tappa, ed Elia Viviani della Deceuninck-Quick Step, vincitore della quarta tappa e che per quarta volta a questo Tour arriva tra i primi tre.

La Maglia Gialla resta saldamente sulle spalle di Julian Alaphilippe (Deceuninck-Quick Step) con 1' 12" di vantaggio su Geraint Thomas del Team Ineos.

Questi i primi dieci al traguardo dell'undicesima tappa, tutti con lo stesso tempo:
1) Caleb Ewan (Lotto Soul) 3h 51' 26"
2) Dylan Groenewegen (Team Jumbo-Visma)
3) Elia Viviani (Deceuninck-Quick Step)
4) Peter Sagan (Bora-Hansgrohe)
5) Jens Debusschere (Team Katusha-Alpecin)
6) Sonny Colbrelli (Bahrain-Merida)
7) Jasper Philipsen (UAE Team Emirates)
8) Cees Bol (Team Sunweb)
9) Alexander Kristoff (UAE Team Emirates)
10) Warren Barguil (Team Arkéa Samsic)

E questi i primi dieci della classifica generale:
1) Julian Alaphilippe (Deceuninck-QuickStep) 47h 18' 41"
2) Geraint Thomas (Team Ineos) +1' 12"
3) Egan Bernal (Team Ineos) +1' 16"
4) Steven Kruijswijk (Team Jumbo-Visma) +1' 27"
5) Emanuel Buchmann (Bora-Hansgrohe) +1' 45"
6) Enric Mas (Deceuninck-QuickStep) +1' 46"
7) Adam Yates (Mitchelton-Scott) +1' 47"
8) Nairo Quintana (Movistar Team) +2' 04"
9) Daniel Martin (UAE Team Emirates) +2' 09"
10) Giulio Ciccone (Trek-Segafredo) +2' 32"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail