Tour de France 2019, tappa 12: Simon Yates vince la prima tappa pirenaica

Yates è stato in fuga negli ultimi 30 km con Muhlberger e Bilbao.

Simon Yates della Mitchelton-Scott ha vinto la dodicesima tappa del Tour de France 2019, ossia la prima sui Pirenei. La frazione di oggi, infatti, è stata caratterizzata da tre gpm, il primo, di quarta categoria, nella prima metà del percorso (lungo in totale 209,5 km), gli altri due, entrambi di prima categoria, nell'ultima parte della corsa, al km 146 e al km 179.

Nella prima parte di gara si sono formati gruppi molto numerosi di fuggitivi che, tuttavia, non sono riusciti a mettere insieme un grande vantaggio. Yates si è messo in testa alla corsa con Gregor Mühlberger della Bora-Hansgrohe e Pello Bilbao dell'Astana e i tre hanno visto crescere man mano il loro vantaggio, fino a oltre 9' sul gruppo della Maglia Gialla. Alla fine è stato proprio un testa a testa tra loro tre a decidere il vincitore, ossia Simon Yates, che si è imposto nello sprint ristrettissimo.

Tra i grandi protagonisti di giornata c'è stato anche l'italiano Matteo Trentin, anch'egli della Mitchelton-Scott, che ha provato a fuggire da solo, ma la sua azione è comunque servita a fare selezione e a consentire al suo compagno di attaccare e poi di ottenere la vittoria, anche se proprio l'attacco di Yates è apparso quantomeno bizzarro, visto quello che stava facendo l'italiano.

Trentin è sembrato molto deluso e alla fine ha ottenuto il sesto posto alle spalle di un altro italiano, Fabio Felline della Trek Segrafredo, entrambi con 1' 28" di ritardo rispetto ai tre che hanno tagliato il traguardo per primi. Il campione d'Europa è stato anche premiato come più combattivo della giornata e dunque domani indosserà il numero rosso.

La Maglia Gialla resta sulle spalle di Julian Alaphilippe della Deceuninck-QuickStep, che oggi è arrivato con 9' 35" di ritardo rispetto al trio di primi classifica. Da segnalare il ritiro di Rohan Dennis della Bahrain-Merida, che è andato via arrabbiato, forse con la sua stessa squadra, e il suo è un vero e proprio giallo proprio alla vigilia della cronometro di domani in cui sarebbe potuto essere grande protagonista, essendo campione del mondo di specialità.

Questi i primi dieci al traguardo della dodicesima tappa:
1) Simon Yates (Mitchelton-Scott) 4h 57' 53"
2) Pello Bilbao (Astana) s.t.
3) Gregor Mühlberger (Bora-Hansgrohe) s.t.
4) Tiesj Benoit (Lotto Soudal) +1' 28"
5) Fabio Felline (Trek-Segafredo) +1' 28"
6) Matteo Trentin (Mitchelton-Scott) +1' 28"
7) Oliver Naesen (AG2R La Mondiale) +1' 28"
8) Alberto Rui Costa (UAE-Team Emirates) +1' 28"
9) Simon Clarke (EF Education First) +1' 28"
10) Jasper Stuyven (Trek-Segafredo) +1' 28"

E queste le prime posizioni della classifica generale:
1) Julian Alaphilippe (Deceuninck-QuickStep) 52h 26' 09"
2) Geraint Thomas (Team INEOS) +1' 12"
3) Egan Bernal (Team INEOS) +1' 16"

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail