US Open 2019: Berrettini ai quarti. È il primo italiano a riuscirci dopo 42 anni

L'azzurro ha battuto in tre set il russo Rublev.

Matteo Berrettini si è qualificato ai quarti di finale degli US Open 2019 ed era da ben 42 anni, ossia dal 1977, che un italiano (uomo) non ci riusciva. L'ultimo, infatti, fu Corrado Barazzutti, ma in quel caso si giocava sulla terra verde di Forest Hills e non sul cemento di Flushing Meadows come avviene adesso.

Il giovane tennista romano, testa di serie numero 24 a New York, ha liquidato in tre set il russo Andrey Rublev, numero 43 del mondo, con il risultato di 6-1, 6-4, 7-6. Nel tee-break si è fatto rimontare dal 5-2 al 5-5, poi si è visto annullare un match-point, ma alla seconda occasione che ha avuto per chiudere la partita non ha fallito.

Ora Berrettini si appresta ad affrontare il francese Gael Monfils, che è il numero 13 del mondo e che agli ottavi ha fatto fuori agevolmente lo spagnolo Pablo Andujar con il risultato di 6-1, 6-2, 6-2.

Chi non ce l'ha fatta ad arrivare ai quarti, invece, è uno dei favoriti, Alexander Zverev, numero 6 del mondo, che ha perso in rimonta per 4-6, 6-2, 6-4, 6-3 contro la testa di serie n. 20, l'argentino Diego Schwartzman, che sarà dunque il prossimo avversario di Rafael Nadal, il quale ha sua volta si è liberato in quattro set (6-3, 3-6 6-1 6-2) del croato Marin Cilic.

Così come il torneo maschile ha perso presto il suo numero uno, ossia Novak Djokovic, anche il torneo femminile ha perso la numero uno, ossia Naomi Osaka, la giapponese che a Flushing Meadows è campionessa uscente e che è stata battuta dalla svizzera Belinda Bencic per 7-5, 6-4. Bencic ai quarti troverà la croata Donna Vekic.

Matteo Berrettini ai quarti degli US Open 2019

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail