Pallavolo maschile | Champions League: Bre Banca Lannutti Cuneo qualificata ai Play Off 6

Ci sono voluti quattro set stasera ai ragazzi di Roberto Piazza per chiudere la pratica Ljubljana e staccare il biglietto per i Play Off 6 dove è molto probabile che si ritrovino protagonisti di un derby tutto italiano contro la Lube Macerata che domani affronta in casa l'Asseco Resovia.

Proprio come i biancorossi campioni d'Italia, anche la Bre Banca Lannutti Cuneo aveva vinto all'andata fuori casa per 3-0, ma stasera non sono mancate le difficoltà per Sokolov e compagni, nonostante gli avversari non fossero poi così temibili, soprattuto ora che si sono privati di due pedine come Uros Kovacevic, ceduto a Casa Modena, e Jayson Jablonsky, passato all'Al Ahli Dubai.

Piazza, oltre a rinunciare ancora a Gigi Mastrangelo, con cui è in rotta da qualche settimana, ha fatto riposare in panchina anche capitan Wout Wijsmans.
Ma vediamo come è andato il match di stasera set per set.
Primo parziale senza storia, Cuneo è in vantaggio fin dal primo punto e ci resta aumentando man mano il distacco. Arriva al primo time-out tecnico con il doppio dei punti degli avversari (8-4), al secondo sul +7 (16-9) e poi sfrutta subito la prima di 8 palle-set per chiudere il parziale sul 25-16.

Anche il secondo set comincia con i piemontesi in grande spolvero, ma subito dopo la prima pausa tecnica gli sloveni pareggiano (9-9) e Piazza avverte i suoi: "Dei 9 punti fatti da loro, 5 sono nostri regali". Il Ljubljana riesce a mettere a segno un parziale di 3-0 (dal 12-11 al 12-14) e a soprassare Cuneo, poi i padroni di casa riescono a rimontare, procedono di pari passo con gli avversari per qualche punto (dal 17-17 al 19-19), poi, finalmente, prendono il largo e chiudono il set sul 25-21.

A intermittenza il terzo set: le due squadre partono in sostanziale equilibrio e ci restano fino al 10 pari, poi Cuneo, trascinata da Sokolov in attacco e Antonov a muro, mette a segno un parziale di 6-0 e arriva al secondo time-out tecnico sul 16-10. Sembra procedere tutto per il meglio, ma dopo il 18-12 i ragazzi di Piazza hanno un black-out e gli ospiti riescono ad arrivare al 18 pari. Sei punti buttati al vento dagli italiani che cercano di ritrovarsi, mantengono la parità fino al 20 pari, costringono gli sloveni ai vantaggi, ma gli avversari chiudono sul 24-26.

Il quarto set comincia con qualche difficoltà per Cuneo. Al primo time-out tecnico il Ljubljana arriva sul +2 e Piazza dice ai suoi "Qualcosa si è spento, è evidente" e fa notare che gli avversari non stanno facendo un granché, anzi, hanno un gioco molto scontato. La reazione dei piemontesi si fa sentire quando Kohut mette a segno due muri consecutivi e compie il sorpassoo (11-10). A questo punto il divario di Cuneo comincia man mano ad aumentare soprattutto grazie ad Antonov e Sokolov, bravi sia a muro sia in schiacciata.

Prima di arrivare al secondo time-out tecnico, però, i padroni di casa subiscono un paio di punti e durante la pausa il saggio Nikola Grbic dice ai compagni di non rischiare perché non ce n'è bisogno. Al ritorno in campo Cuneo riesce a mantenere il vantaggio di +3 maturato prima del time-out, poi lo incrementa arrivando ad avere otto palle-set e con un perfetto muro di Rossi ne sfrutta già la prima chiudendo sul 25-16 che significa qualificazione.

Ecco il tabellino:

Bre Banca Lannutti Cuneo-ACH Volley Ljubljana 3-1 (25-16, 25-21, 24-26, 25-16)

Bre Banca Lannutti Cuneo: Antonov 17, Marchisio (L), Ngapeth 11, Galliani 1, Kohut 8, Grbic, Della Lunga 1, Sokolov 25, Abdel-aziz 2, Rossi 8. Non entrati De Pandis, Wijsmans. All. Piazza

ACH Volley Ljubljana: Flajs 9, Lewis 4, Sket 13, Sidibe 17, Klobucar 1, Petrovic 3, Ropret, Fabjan (L), Rasic 5, Vidic. Non entrati Moreno. All. Slabe

Arbitri: Barnstorf Ralph-Marin Nicolae Romeo
Spettatori: 1.066
Incasso: 3.140
Durata set: 22', 27', 29', 23'
Bre Banca Lannutti Cuneo: battute errate 15, ace 10
ACH Volley Ljubljana: battute errate 16, ace 2

Ai Play Off 6 (andata tra il 5 e il 7 febbraio e ritorno tra il 12 e il 14 febbraio) approda anche lo Zenit Kazan di Valerio Vermiglio, che con molta fatica ha eliminato i tedeschi del Berlin Recycling Voleys vincendo per 3-2 sia l'andata sia il ritorno. I russi affronteranno la vincente tra Diatec Trentino e Dinamo Mosca.

Foto | © CEV

  • shares
  • Mail