La pallavolo maschile ha un gran seguito, blocco delle retrocessioni anche nel 2013-2014

Tra ieri sera e la giornata di oggi si è svolta l'Assemblea della Lega Volley Maschile che, dopo un attento esame dell'impatto del Campionato di Serie A su pubblico e media, ha deciso di confermare il blocco delle retrocessioni dalla A1 alla A2 anche per la prossima stagione 2013-2014.

A maggio dello scorso anno il Consiglio Federale ha approvato la riforma dei campionati di A1 e A2 di pallavolo maschile bloccando le retrocessioni per una stagione e diminuendo quelle dalla A2 alla B1 da quattro a due.

La decisione è arrivata sulla base di un Progetto di Sostenibilità non solo economica, ma che mira anche a una valorizzazione dei giovani, infatti si parla anche di Progetto Giovani, che viene realizzato attraverso la Serie A2.

Ora, visto che il pubblico nei palazzetti e davanti alla tv è aumentato per le partite di volley maschile di entrambi i campionati, il Consiglio di amministrazione della Lega ha deciso di proporre il blocco delle retrocessioni anche per la prossima stagione, l'Assemblea ha approvato e dunque ora verrà illustrato anche alla Federvolley.

Le società hanno un mese e mezzo per mettere a punto un piano dettagliato sulle promozioni e le retrocessioni delle prossime stagioni che arriverà all'attenzione della Federazione.

Tra l'altro, è stato fatto notare che anche se il Campionato è "senza troppe tensioni", gli atleti, gli allenatori e i dirigenti non si sono rilassati affatto, anzi, sono addirittura aumentate le giornate di squalifica dei dirigenti e i provvedimenti nei confronti dei coach.

In Assemblea sono state prese delle decisioni anche in relazione alla pianificazione dei Play Off scudetto. Poiché, infatti, non è più necessario tenere libero il 27 marzo per l'eventuale recupero di una partita degli ottavi di finale, si è deciso di anticipare l'inizio dei quarti, in modo da permettere a Trento (ed eventualmente anche a Cuneo o Macerata) di riposare per quattro giorni prima del Mondiale per Club 2013.

Tra le altre decisioni dell'Assemblea ci sono l'approvazione dello statuto della Onlus della Lega, che si occuperà dei contributi economici solidali per le famiglie di dirigenti e giocatori che hanno avuto dei lutti, e l'utilizzo del Video Check (sperimentato in Coppa Italia) nelle semifinali e finali dei Play Off.

  • shares
  • Mail