Pallavolo | Stoytchev, Sokolov, Kaziyski: i bulgari più forti stanno in Italia

Come ogni anno, il seguitissimo sito web bulgaro dedicato al volley BGvolleyball.com ha eletto, attraverso un sondaggio tra i suoi lettori, i migliori protagonisti del volley e anche per il 2012 c'è tanta "Italia" tra i vincitori.

Il miglior allenatore, per il terzo anno consecutivo, è Radostin Stoytchev, coach di Trento campione del mondo per club per quattro anni di seguito, ex ct della nazionale bulgara.
Stoytchev ha raccolto il 49,49% delle preferenze, dietro di lui Nayden Naydenov, che ha guidato la Bulgaria alle Olimpiadi 2012 affiancato da Camillo Placì, il coach salentino che ora è rimasto solo sulla panchina della nazionale maschile, ma che non è presente in classifica.

Al terzo posto degli allenatori preferiti dai bulgari c'è l'Italiano Marcello Abbondanza, ct della nazionale femminile che ha portato alla conquista della medaglia d'argento dell'European League 2012 e che è appena arrivato in Final Four di Champions League con il Rabita Baku. Da notare che tutti gli allenatori delle squadre arrivate alle semifinali di Champions femminile sono italiani: oltre ad Abbondanza, Carlo Parisi per Busto Arsizio, Giovanni Guidetti per il Rabita Baku e Massimo Barbolini per il Galatasaray Istanbul, organizzatore della Final Four.

Per quanto riguarda i giocatori, quest'anno il preferito tra gli uomini è Tsvetan Sokolov, che fino all'anno scorso era in forza anche lui alla Trentino Volley e quest'anno ha trascinato la Bre Banca Lannutti Cuneo in Final Four, grazie a un'ottima prestazione nella gara di ritorno dei Play Off 6 contro Macerata, dopo qualche partita in ombra a causa del suo impiego come centrale anziché nel suo ruolo naturale di opposto in seguito all'allontanamento di Gigi Mastrangelo.

Sokolov ha raccolto il 39,56% dei voti, dietro di lui un altro "italiano", il capitano di Trento Matey Kaziyski con il 31,24% delle preferenze.
Subito dopo l'eliminazione dalla Champions League nei Play Off 12 contro la Dinamo Mosca per colpa di un beffardo Golden Set, Kaziyski ha guidato i suoi con tutta la rabbia che aveva alla riconquista del primo posto in solitaria nella Regular Season della Serie A1 a scapito di Macerata, bombardata da lui e dal compagno Jan Stokr nel match di domenica scorsa.

Anche tra le donne la trionfatrice del sondaggio di BGvolleyball.com è una giocatrice che per gran parte del 2012 ha giocato nel campionato italiano: Elitsa Vasileva, fino alla scorsa stagione alla Foppapedretti Bergamo, arrivata in Italia nel 2007. La Vatsileva ha giocato fino al 2009 a Cremona, poi un anno a Perugia e poi due a Bergamo prima di andare al Campinas VC, in Brasile, in seguito al ridimensionamento della rosa rossoblù.

Intanto, in questo periodo, in Bulgaria ne stanno succedendo di tutti i colori nell'organizzazione della fase finale del campionato maschile: la federazione ha cambiato le date e la formula dei play off due volte nel giro di meno di dieci giorni: prima hanno pensato di fare solo gare di andata e ritorno (e non tre gare) con Golden Set in caso di parità (proprio quel Golden Set di cui la Cev si sta pentendo amaramente), con la scusa di voler chiudere prima il campionato per fare spazio alla nazionale Cadetti… Poi, in seguito alla rivolta dei club più forti (guidati da CSKA Sofia, Slavia Sofia, Marek Dupnitsa), c'è stato un altro cambio di programma e si è tornati alla formula con le tre partite. La cosa buffa è che in base a quanto riferito dalla federazione bulgara le due decisioni sono state prese… lo stesso giorno (il 6 febbraio).

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail