Pallavolo Maschile | Gherardi Svi Città di Castello torna in A1 dopo 22 anni

Quando mancano ancora quattro giornata alla fine della Regular Season, la Gherardi SVI Città di Castello raggiunge la matematica promozione alla Serie A1 di pallavolo maschile.

Dall'alto dei suoi 13 punti di vantaggio sull'Exprivia Molfetta, la società di Arveno Joan può festeggiare il ritorno nella massima serie dopo 22 anni dall'ultima promozione.
Era infatti il 26 maggio 1991 quando Città di Castello ha ottenuto per la prima volta l'accesso alla A1 e anche allora alla guida del club biancorosso c'era Arveno Joan.

Ieri i ragazzi allenati da Adrea Radici hanno battuto per 3-1 la Sieco Service Ortona e hanno conquistato gli ultimi tre punti di cui avevano bisogno per la matematica certezza di disputare la prossima stagione con i grandi della pallavolo italiana.

Alla fine della partita, durante i festeggiamenti, la promozione è stata dedicata a due persone scomparse, ma molto importanti per la società e ancora nel cuore di tutti coloro che tifano Città di Castello: Don Bruno e Andrea Joan, il figlio del presidente, che è morto prematuramente il 31 gennaio 2011 e a cui è stato intitolato il palazzetto dello sport da marzo del 2011 per volere di tutta la città che si è mobilitata anche con una raccolta firme.

Città di Castello ha dominato la Regular Season della Serie A2 e ottiene dunque la promozione senza la necessità di disputare i play off, che avranno per protagoniste le squadre classificate dal 2° al 9° posto alla fine del girone di ritorno.
Ora la sconfitta in finale di Coppa Italia di A2 rimediata a sorpresa al Forum di Assago contro la Sidigas Atripalda si può ritenere superata e cominciare a pensare in grande per la prossima stagione.

Quest'anno la società tifernate si è presentata ai blocchi di partenza molto rafforzata, con un mix di giovani e giocatori più esperti che si è rivelato vincente. Tutta la rosa si è espressa al meglio nell'arco della stagione: dal capitano Simone Rosalba al palleggiatore Marco Visentin, dal giovanissimo schiacciatore Luca Sartoretti alla rivelazione della scorsa stagione Matteo Piano, passando per l'inossidabile Claudio Nardi (classe 1965!) e i "cuccioli" Davide Lensi e Alberto Celestini (entrambi del 1995), fino ai nuovi arrivati Gert Van Walle (campione d'Italia con la Lube Macerata), Christian Fromm, Jacopo Massari, Ludovico Carminati, Federico Tosi e Marco Grasso oltre a Roberto Braga e Alessandro Franceschini, tornati a Città di Castello dopo aver giocato in altre squadre nella passata stagione.

La società tifernate è nata nel 1972 e ha raggiunto la A2 per la prima volta nel 1987/88 con il marchio Famila. La stagione migliore è stata quella del 1990/91 culminata nella promozione in A1 e nelle semifinali di Coppa Italia (unica squadra di A2 ad arrivarci quell'anno). Dopo una sola stagione nella massima serie, la retrocessione, poi nel 1997/98, in seguito a gravi difficoltà economiche, la società è ripartita dal campionato regionale di Serie D con Mirko Pescari come presidente. Nel 2001 la conquista della B2 e in seguito della Serie A2, sotto la presidenza di Graziano Caselli. Dopo 15 anni il ritorno di Arveno Joan e oggi un'altra storica promozione in A1.

Foto © Legavolley.it

  • shares
  • Mail