Atp Dubai 2013: Federer esordio vincente, ma che brividi con Jaziri

Esordio in chiaroscuro per Roger Federer all'Atp 500 di Dubai. L'elvetico ha sconfitto solo al terzo set il semisconosciuto tunisino Malek Jaziri con il punteggio di 5-7; 6-0; 6-2. Prestazione incerta e altalenante quella del campione in carica che, specie nel primo parziale, non è riuscito a imporre il suo gioco e a sovrastare Jaziri  cui va comunque il merito, lui che è addirittura n°128 Atp, di aver tenuto testa per una buona mezz'ora al blasonato avversario.
A decidere il primo set, il break conquistato da  Jaziri sul 5-5, dopochè Federer non era riuscito a sfruttare tre occasioni per strappare il servizio al tunisino.
L'ultimo tennista oltre la 100° posizione del ranking a vincere un parziale contro Roger era stato il belga Goffin negli ottavi di finale della scorsa edizione del Roland Garros.Pubblico ammutolito e incredulo. La reazione di Federer però non si è fatta attendere. Lo svizzero ritrova i suoi colpi e in un amen fulmina Jaziri con un bruciante 6-0 nel secondo set. Anche la terza frazione è davvero poco equilibrata. Il tunisino riesce a interrompere l'emorragia di game ma sull'1-1, un parziale di 16 punti a 2 per Federer chiude la contesa. 6-2 e qualificazione per Roger che ora attende al secondo turno il vincente del derby spagnolo tra Montanes e Granollers.
Debutto, comunque, poco convincente per il numero due del mondo. Se Benneteau che l'ha sconfitto a Rotterdam rappresentava un avversario in grado di impensierirlo, l'incredibile set perso con Jaziri è indicativo del fatto che la forma e il gioco di Federer possono solo crescere e migliorare.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail