Olimpiadi 2012 - Alle egiziane del nuoto sincronizzato finti kit Nike. E le atlete pagano per l'attrezzatura

Nuoto sincronizzato

Olimpiadi 2012 - La voce girava da un po', ma Yomna Khallaf, atleta egiziana che rappresenterà il suo paese nel Nuoto sincronizzato ha ammesso tutto su Twitter e ha aggiunto anche qualche dettaglio in più. Di cosa stiamo parlando? In sostanza, il Comitato olimpico nazionale egiziano avrebbe fornito ai propri atleti dei kit fake: attrezzatura griffata Nike ma taroccata. A chi le chiedeva sul social network se fosse vero e se ci fossero prove, lei ha risposto senza peli sulla lingua.


Sì, è vero. Le borse, per esempio, hanno la marca Nike, ma le zip hanno scritto su Adidas :)

Non solo. A quanto dice la Khallaf, gli atleti devono anche pagare di tasca loro per poter gareggiare con l'attrezzatura appropriata.


E' frustrante dover pagare 2000 sterline in più per avere tute appropriate da indossare in modo da sembrare ok, non addirittura ottime [...]

Non arrivano conferme né smentite dal Comitato Olimpico Egiziano. E nel frattempo Twitter conferma tutta la sua potenza (in embrione) anche ai Giochi Olimpici. Questa esternazione della Khallaf, se ripresa dai media giusti, sarà senz'altro destinata a fare il botto. E ieri Voula Papachristou è stata cacciata per un Tweet razzista. Forse è per questo che il Coni ha imposto il silenzio olimpici agli atleti italiani? Loro, però, twittano lo stesso.

  • shares
  • Mail