Basket Serie A: primato in tasca per Varese, che bagarre per il quarto posto

La Serie A di basket è pronta a lanciare la volata finale. Mancano cinque giornate al termine della stagione regolare, prima dell'inizio della corsa verso lo scudetto, e la massima serie pare aver già eletto le sue otto regine. Stessa situazione nella zona bassa, dove Biella appare quasi spacciata.

Entriamo nel dettaglio delle posizioni da conquistare:

PRIMO POSTO - A meno di inattesi crolli, la Cimberio Varese chiuderà in vetta la stagione regolare. Ha quattro punti di vantaggio su Sassari ed un calendario decisamente migliore, rispetto alla formazione sarda, con cui è in perfetta parità nel confronto diretto. Gli ostacoli principali nelle ultime cinque giornate saranno il derby con Milano e la trasferta di Venezia. Così gli scontri diretti: VA-SS 1-1 (0 differenza canestri).

SECONDO POSTO - Lotta a due tra Sassari (36 punti) e Roma (34), entrambe sconfitte nell'ultimo turno. Lo scontro diretto del 14 marzo in Sardegna sarà fondamentale (all'andata vinse Sassari di 2), ma il calendario è decisamente favorevole alla formazione capitolina. Il Banco di Sardegna ha un finale in salita con le trasferte a Reggio Emilia e Siena. Così gli scontri diretti: SS-RM 1-0.

QUARTO POSTO - Se lo contendono Milano, Siena, Cantù (tutte a quota 30) e Reggio Emilia (28). Difficile possa farcela la formazione emiliana, con un calendario davvero difficile, mentre le tre grandi favorite di inizio stagione hanno tutte le loro possibilità. L'EA7 deve andare a Varese e Cantù, ma ha tre gare interne abbordabili. I campioni d'Italia hanno forse il cammino migliore, ma molto dipenderà dall'eventuale qualificazione ai quarti di Eurolega, mentre i brianzoli hanno due trasferte non facilissime con Reggio Emilia e Bologna. Così gli scontri diretti: MI-SI 2-0; MI-CTU 0-1; RE-MI 2-0; SI-CTU 2-0; SI-RE 2-0; CTU-RE 1-0.

OTTAVO POSTO - Venezia ha quattro punti di vantaggio su Caserta, anche se c'è ancora lo scontro diretto del 14 marzo in ballo. Ai lagunari basterà vincere quella partita (da giocare in casa) per chiudere i conti, ai campani servirà probabilmente un cammino immacolato o almeno quattro vittorie, obiettivo difficile pur con un calendario (trasferta di Sassari esclusa) non impossibile. Così gli scontri diretti: VE-CE 1-0.

RETROCESSIONE - Solo un miracolo può salvare l'Angelico Biella. E' in ritardo di sei punti da Pesaro, con cui è 0-2 negli scontri diretti. Inoltre, deve ancora affrontare Cantù, Milano e Roma. Così gli scontri diretti: PS-BI 2-0.

Foto Alessia Doniselli

  • shares
  • Mail